Tra i protagonisti del menu natalizio c’è sicuramente il “signor” baccalà cucinato in molti modi sempre molto gustosi. Tra le portate “dell’abbuffata” natalizia non può mancare il baccalà fritto. In fondo del baccalà non si butta quasi nulla e, quindi, per questa “croccante” ricetta vengono ulizzate le parti meno pregiate del pesce, più spinose, ma molto saporite.Non ho mai capito il motivo del detto “sei un baccalà” in senso offensivo, eppure a mio gusto è uno dei pesci più buoni che esistono. Elsa Morante una volta ha scritto che il suo sogno era quello di rinascere un pesce, il più brutto, lo scorfano, bene io vorrei rinascere una “baccalessa”…..Ingredienti per 4 persone per il baccalà fritto:

  • 300gr di baccalà già ammollato
  • Farina
  • Olio per friggere
  • Succo di limone
  • Sale se necessario
  • Procedimento: cercate di eliminare il più possibile delle spine nascoste tra la carne del pesce senza romperlo troppo. Vi potete aiutare magari utilizzando una pinzetta. Potrebbe essere utile lessare per qualche minuto il baccalà per rendere più facile il lavoro, ma potreste rischiare di rendere il pesce meno saporito. Eliminate anche la pelle e tagliate il baccalà in grossi pezzi. Infarinatelo e friggetelo in abbondante olio caldo, ma non bollente.

    Dopo che sarà dorato fatelo cuocere ancora per evitare che resti crudo all’interno. Scolate il baccalà ben dorato da entrambi i lati, ascugatelo sulla carta assorbente e servite subito in tavola caldissimo accompagnato da grosse fette di limone. Attenti al sale, potrebbe non essere necessario.Vino consigliato: bianco tipo Fiano dell’avellinese servito freddo.

    TOP VIDEO
    RICETTE PIU' POPOLARI
    DALLA CUCINA