Come fare i Ferrero Rocher in casa

  • Commenti (6)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

ferrero rocher fatti in casa

Ecco la ricetta dei Ferrero Rocher fatti in casa, realizzati con tanti buoni ingredienti genuini che ci permetteranno di gustare dei cioccolatini particolarmente simili a quelli noti che si possono acquistare e che sono tanto golosi, riconoscibili immediatamente grazie all’inconfondibile involucro colore oro. Provate la ricetta di questi cioccolatini, non solo per le occasioni speciali, ma anche e soprattutto per deliziare i vostri amici e parenti con degli sfiziosi cioccolatini ripieni di nocciole, crema di nocciole e croccanti wafer, e ricoperti di cioccolato. Non abbiate dubbi, non è affatto difficile preparare i Ferrero Rocher fatti in casa, provate questa ricetta e riceverete i complimenti di chi avrà la fortuna di assaggiare i vostri golosi cioccolatini.

Ingredienti

Ingredienti per la ricetta dei Ferrero Rocher fatti in casa (dosi per circa 12 cioccolatini):

  • 100 grammi di wafer alle nocciole tritati
  • 150 grammi di nocciole tostate e tritate grossolanamente + 12 nocciole intere
  • 200 grammi di crema nutella
  • 150 grammi di cioccolato fondente, al latte o gianduia

Preparazione

  1. In una ciotola mescola i wafer tritati con le nocciole e la Nutella.

  2. Metti in frigo per mezz’ora per fare rassodare il composto.

  3. Passato questo tempo forma tante palline aiutandoti con le mani e con un cucchiaino, inserisci all’interno una nocciola intera e rimettile di nuovo in frigo per permettere al cioccolatino di indurire.

  4. Fai sciogliere il cioccolato preferito a bagnomaria e con una pinza da cucina intingi i cioccolatini nel cioccolato fuso e disponili su una griglia a raffreddare.

  5. Ripassa nuovamente in frigo e pratica un’altra copertura di cioccolato per rendere i cioccolatini più ricchi e solidi.

Quali ingredienti usare?

Per la buona riuscita dei cioccolatini Ferrero Rocher fatti in casa bisognerà prestare attenzione alla qualità degli ingredienti da utilizzare. Al proposito infatti il consiglio è quello di acquistare dell’ottimo cioccolato. Nell’elenco degli ingredienti ho lasciato spazio al gusto personale di ognuno di voi, suggerendo la possibilità di variare il tipo di cioccolato, dal fondente a quello al latte. Il tipo di cioccolato da usare per un gusto ancora più avvolgente è senza dubbio il cioccolato al gusto gianduia, che amplificherà maggiormente il sapore delle nocciole. Queste ultime andranno preferite tostate, procedimento che potrete effettuare con facilità mettendo qualche minuto le nocciole in una teglia e passandole al forno a 180 gradi. Per quanto riguarda i biscotti wafer, c’è anche chi utilizza quelli al gusto vaniglia o cioccolato, ma sinceramente penso che la scelta dei wafer alla nocciola sia quella migliore.


Foto di cameronconner

Mar 06/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Stelladiana 16 maggio 2011 21:06

Ma l’olio e.v.o. menzionato in ricetta come si usa?

Rispondi Segnala abuso
Paoletta
Paoletta 16 maggio 2011 22:35

Se necessario aggiungi un pochino al cioccolato. è facoltativo.

Rispondi Segnala abuso
Melissa 11 ottobre 2012 09:50

ciao, che bella idea!!!
per quanto tempo possiamo conservare i cioccolatini fatti in questo modo?

Rispondi Segnala abuso
Kati Irrente
Kati Irrente 15 ottobre 2012 06:28

Ciao Melissa,
io direi fino a 15/20 giorni, mantenuti in luogo fresco e asciutto (incartati singolarmente).

Segnala abuso
Farfalla_blu 18 ottobre 2013 22:18

posso raddoppiare le dosi per avere 24 cioccolatini?alcuni ingredienti restano cosi come sono come la nutella o raddoppiata per 24 cioccolatini arriva a 400 grammi

Rispondi Segnala abuso
Liliana Panzino
Liliana Panzino 24 ottobre 2013 22:03

Ciao! Si, raddoppia le dosi per tutti gli ingredienti tranne che per la nutella.
In questo caso inizia a mettere 250 grammi e poi vai un po’ ad occhio, così da non esagerare con la dolcezza :)

Liliana

Rispondi Segnala abuso
Seguici