Come fare una torta

  • Commenti (8)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

torta con zucchero a velo

Fare una torta non è per niente difficile, ottenere buoni risultati anche con una ricetta base per i dolci è possibile anche per chi si mette ai fornelli per la prima volta o per non aveva mai pensato di dover accendere il forno se non per cucinare i prodotti surgelati, vediamo come procedere per stupire familiari, amici e fidanzati!

Per fare una torta occorrono degli ingredienti fondamentali che sono farina, uova, zucchero, burro, lievito e latte e anche un pizzico di sale che renderà il vostro dolce più saporito, tutto quello che di solito si aggiunge è facoltativo, ovvero cannella, vanillina, aromi ecc…

Per fare una torta di dimensioni medie dovete procedere così:

Sbattete 3 uova con 200 gr di zucchero fino ad avere una crema liscia e spumosa, poi aggiungete 130 gr di burro fuso e mescolate bene, a questo punto setacciate 250 gr di farina e incorporatela gradualmente al composto, aggiungendo un pò di latte quando occorre, completate con un pizzico di sale e una bustina di lievito per dolci, mescolate bene fino ad avere un composto uniforme e liscio.

Prendete una teglia e imburratela bene, tutto il fondo e i bordi devono essere ben imburrati altrimenti si attaccherà sul fondo e noi questo non lo vogliamo, poi aggiungete un pò di farina e muovete la teglia in modo che la farina si attacchi al burro.

Versate il composto nella teglia e ponete in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti, fate la priva dello stecchino per accertarvi che sia cotta.

Mettete la teglia a metà altezza dentro il forno e non apritelo ogni 10 minuti per vedere se sta lievitando, se è pronta, quanto è bella ecc… interromperete il processo di lievitazione che deve avvenire a temperatura costante!

Sfornate la torta, aspettate 5-10 minuti e poi trasferitela in un piatto da portata, spolverate con lo zucchero a velo (usate un colino a maglia molto fitta per distribuirlo bene) e voile la torta è pronta!

Se volete esagerare e preparare una torta al cioccolato, aggiungete 30 gr di zucchero all’impasto base che trovate sopra e dai 50 agli 80 gr di cacao amaro, io di solito la faccio molto scura, ma c’è chi la preferisce con meno cacao!

Per ulteriori dubbi, suggerimenti o consigli, non esitate a contattarmi!

Foto di fugzu

Lun 13/04/2009 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Monica 11 maggio 2009 12:14

ciao quando preparo la torta alla ricotta, quanto tempo, e a che temperatura devo lasciarla nel forno per evitare che il ripieno sia ancora “crudo” mentre l’impasto è gia pronto???

Rispondi Segnala abuso
Serena Vasta
SereV 11 maggio 2009 12:27

Ciao Monica,

Dipende da che tipo di torta alla ricotta vuoi preparare, se è con la pasta frolla io la faccio cuocere a temperatura media finchè la pasta di sotto non è cotta, e tengo la teglia a metà altezza in forno in modo che la cottura avvenga uniformemente. Se la parte di sopra resta chiara, 2 minutini sotto il grill ed è pronta.

Se la torta negli ingredienti comprende la ricotta, e viene amalgamata a tutto il resto il tempo di cottura è quello medio delle torte (dai 25 ai 35/40 minuti), in questo caso siccome il composto è più morbido non usare stampi profondi come quello del pulm cake, meglio teglie normali in cui il calore è ben distribuito e non c’è pericolo che l’interno non si cuoci bene.

Se hai altri dubbi scrivimi la ricetta così ti so dire nello specifico cosa è meglio fare :)

ciao

Sere

Rispondi Segnala abuso
Monica 11 maggio 2009 12:34

ciao serena, grazie x la risposta ..
allora, ecco gli ingredienti

PER IL RIPIENO:
2 uova,
1/2 kilo ricotta,
1 tazza zucchero

PE L’IMPASTO:
2 tazze farina
1 tazza zucchero
2 uova
100 gr margarina
1 busta lievito
1 cucch succo limone
5 cucch latte

uso di solito una tortiera in silicone
il mio forno è a gas mentre quello di mia madre è elettrico

oltre ad avere problemi con il ripieno nela cottura, anche l’impasto mi viene troppo “appiccicoso” x essere steso – è corretto aggungere della farina fino a che nn è pù lavorabile???

grazie x la tua gande gentilezza
monica

Segnala abuso
Serena Vasta
SereV 11 maggio 2009 13:15

Ciao Monica, allora secondo me per l’impasto di base ti conviene fare una semplice pasta frolla così vai sul sicuro, tra l’altro è neutra e così non “ammazza” il sapore delicato della ricotta, la ricetta che io uso sempre è questa http://www.pourfemme.it/articolo/pasta-frolla-la-ricetta/1779/ anche quì su blp c’è la ricetta ma non è quella che uso io :)

Ti consiglio di stendere la pasta e fare la base, prendi una tortiera metti burro e farina e fai la base che deve essere spessa tipo 1 centimetro e mezzo anche 2, poi metti dentro il ripieno, le uova io non le metto perchè secondo me non c’è bisogno però lavora bene la ricotta con lo zucchero e se vuoi aggiungi le gocce di cioccolato, oppure qualche candito oppure niente però un pizzichino di cannella aggiungilo sempre e anche un pizzico di sale. Metti il composto dentro la tua base e poi fai uno strato sottilissimo di pasta frolla per coprire il tutto.

Se vuoi rendere le cose un pò più facili, cuoci la base per una decina di minuti e poi quando sarà cotta per metà metti il ripieno, e se vuoi fai lo strato di copertura, in questo caso devi stare attenta e come cottura regolarti con la base e poi usare il grill per completare.

Ricordati che per non far gonfiare la pasta frolla devi mettere sopra un foglio di carta da forno con sopra i fagioli secchi!

Con il mio forno che è a gas in entrambi i casi funziona bene, di solito uso il secondo metodo ma in molte ricette è indicato il primo.

Tu metti il forno a 180°C e la teglia ad altezza media, così non c’è pericolo che si carbonizza di sotto e resta cruda di dentro, in generale la ricotta non vuole cuocere tanto quindi il tempo della pasta frolla è sufficiente, ovviamente l’interno resta morbido ma sodo.

Per la farina è giusto regolarsi in base a quanta ne prende, l’importante è che l’impasto resti morbido e facilmente lavorabile.

Per altri dubbi chiedi tranquillamente :)

Rispondi Segnala abuso
Monica 11 maggio 2009 18:38

grazie e e
provero’ sicuramente a seguire i tuoi preziosissimi consigli …
in ogni caso , se volessi comunque farla come ti ho descritto io, c’è un modo per far “solidificare” un pochino meglio la ricotta durante la cottura???

Rispondi Segnala abuso
Serena Vasta
SereV 11 maggio 2009 22:41

guarda io toglierei le uova dal ripieno, aggiungi un pò di cannella e assaggia la ricotta per vedere come ti sembra di zucchero.

Prova così, la ricotta resta più solida e si solidificherà sicuramente!

fammi sapere quando fai, a questo punto sono curiosa!

Rispondi Segnala abuso
Monica 12 maggio 2009 09:13

GRAZIE E E E
guarda, provo sicuramente nei prossimi giorni e poi ti dico come è venuta
sei una santa :-)

Rispondi Segnala abuso
Serena Vasta
SereV 14 maggio 2009 08:46

di nulla :)

a presto allora!

Rispondi Segnala abuso
Seguici