Cotto e Mangiato: le ricette più buone di Benedetta Parodi

  • Commenti (11)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

cotto e mangiato le migliori ricette

Cotto e Mangiato è uno dei programmi di cucina di maggior successo della nostra televisione. In competizione naturale con il re dei programmi culinari dei nostri palinsesti, ovvero La prova del Cuoco, è un format diverso, che insegna ricette da preparare tutti i giorni, con ingredienti di facile reperibilità. Dopo Benedetta Parodi in diretta dalla sua cucina, è Tessa Gelisio che ha l’incarico di insegnare alle massaie come soddisfare l’appetito di tutta la famiglia con poco tempo, anche senza essere delle cuoche provette. Sarà sicuramente questo il segreto del successo del programma, racchiuso nella programmazione di Studio Aperto.

  • cotto e mangiato
  • cotto e mangiato i baci di dama
  • cotto e mangiato carrè di maiale
  • cotto e mangiato patate ripiene di caviale e salmone
  • cotto e mangiato fusilli asparagi e crescenza

Antipasti

cotto e mangiato patate ripiene di caviale e salmone

Come antipasto proponiamo le barchette di patate ripiene di caviale e salmone. Bisogna prendere delle patate a novelle, (circa 10) cuocerle a vapore. Tagliate a metà le patate senza sbucciarle, scavatele, salatele e mettete la polpa in una terrina insieme a quelle più piccole, che spellerete. Schiacciate le patate nella terrina, aggiungete sale, due cucchiai di yogurt bianco ed erba cipollina. Farcite con questo composto metà delle patate, completandole con del caviale, delle uova di lompo o salmone. Nel ripieno rimasto rimasto aggiungete del salmone affumicato a striscioline e farcite la metà dei gusci rimasti.

Cotto e mangiato peperoni arrostiti

Un altro antipasto veloce e di successo sono i peperoni arrostiti con acciughe: per 4 persone prendete 4 peperoni, 8 acciughe sott’olio, 1 cucchiaio di prezzemolo, 3 spicchi d’aglio, olio extravergine d’oliva e sale quanto basta. Mettete sulla teglia da forno ad arrostire su tutti i lati i peperoni in forno a 220°C, per circa 30 minuti, rigirandoli. Lasciateli raffreddare in forno o in un sacchetto alimentare chiuso. Spellate i peperoni e tagliateli a strisce mettendoli poi in una ciotola, aggiungere un po’ d’olio, un po’ di sale, l’aglio spellato e tagliato a pezzi, le acciughe a pezzetti e il prezzemolo tritato. Finite con abbondante olio. Il piatto coperto con la pellicola dura per parecchi giorni in frigo.

Primi piatti

cotto e mangiato fusilli asparagi e crescenza

Gli utenti del sito hanno scelto come miglior primo piatto cucinato di Cotto e mangiato i fusilli asparagi e crescenza. Bisogna far lessare 250 g di asparagi e intanto frullare 220 g di crescenza con 50 ml circa di latte. Scolate gli asparagi e nella stessa acqua mettete a lessare i fusilli, circa 350 g. Intanto tagliate a dadini i gambi, lasciando le punte intere. Scolate i fusilli al dente, conditeli con i gambi, due cucchiai di olio, mescolate bene e metteteli in una teglia unta di olio. Aggiungete la crema alla crescenza, le punte di asparagi, abbondante parmigiano e infornate fino a che non si sarà formata la crosticina.

Gnocchi di zucca Cotto e mangiato

Se poi volete cimentarvi con gli gnocchi di zucca di cotto e mangiato, ecco come fare a prepararli: pulite 500 grammi di zucca, lasciando però la buccia. Mettetela in una teglia, copritela con la carta alluminio e infornate a 180 gradi finché non diventa molto morbida (20 minuti almeno). A questo punto, togliete la buccia, schiacciate la zucca con la forchetta o mettetela nel frullatore con 50 grammi di burro. Mettete la zucca frullata in una ciotola, aggiungere un po’ di sale e amalgamate piano piano con 250 grammi di farina, fino ad ottenere un panetto morbido ed elastico. Tagliate un pezzetto, arrotolatelo e tagliate dei piccoli cilindri. Aiutatevi poi con la forchetta per dare ai cilindri la forma tipica degli gnocchi. Portare a ebollizione l’acqua e nel frattempo preparare la salsa. Mettete in una pentola 150 grammi di gorgonzola dolce e scioglietelo con 100 ml di latte. Buttate gli gnocchi nella pentola con l’acqua e appena vengono a galla, prenderli con la schiumarola, metterli in una ciotola e condirli con la salsa. Spolverare con un po’ di parmigiano e di pepe, se gradito.

Secondi piatti

cotto e mangiato carre di maiale

Tra i secondi piatti proposti dal programma scegliamo il carrè di maiale, in questa ricetta arricchito con senape e arancia. Affettate uno scalogno, aggiungete 3 cucchiai di senape in grani e versate dentro anche succo e polpa di due arance e 1 dl di vino bianco. Condite il carrè (circa 1,2 Kg) con un cucchiaio di olio e versatevi la marinata di scalogno, arancia e senape. Arricchite con qualche bacca di ginepro e qualche foglia di alloro, lasciate insaporire per un paio d’ore, poi infornate per 2 ore a 180°. Dopo mezz’ora che è in forno salate e coprite con la carta stagnola per non farlo seccare. Nell’ultima mezz’ora aggiungete anche delle patate tagliate a tocchetti.

Cotto e mangiato pollo ai capperi

Un altro secondo piatto buono e veloce è il pollo ai capperi e pinoli. Prendete 700 grammi di pollo, 25 grammi di capperi dissalati, 1 acciuga sott’olio, 1 spicchio di aglio, 20 grammi di pinoli, mezzo bicchiere di vino bianco, olio extra vergine di oliva e sale quanto basta. Mettete nel mixer i capperi dissalati, l’olio, l’acciuga sott’olio, 1 spicchio di aglio e frullate tutto. In una padella abbastanza grande mettete 4 cucchiai di olio evo e fate rosolare a fiamma vivace il pollo precedentemente tagliato a pezzettoni, girandolo ogni tanto. Quando il pollo quando sarà ben rosolato, versare il vino bianco e fare sfumare, versando la salsina sul pollo. Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per 20-25 minuti a recipiente coperto. Se necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua calda. A cottura ultimata spegnete la fiamma e unite i pinoli. Servite subito.

Dolci

cotto e mangiato i baci di dama

Tra i dolci sono piaciuti molto i baci di dama alle nocciole. Per realizzarli fate tostare per 10 minuti in forno 100 g di mandorle sgusciate, che passerete al mixer con 100 g di nocciole e 200 g di zucchero. Unite 200 g di farina e un pizzico di sale, fate andare e poi aggiungete 200 g di burro a pezzetti. Quando l’impasto sarà diventato “bricioloso” aggiungete due tuorli e frullate ancora fino ad avere una pasta della consistenza della pasta frolla. Con le mani formate tante palline schiacciate alla base e mettetele in una placca da forno foderata di carta. Infornate per 15 minuti a 180°. Sfornate e fate raffreddare. Intanto sciogliete 100 g di cioccolato fondente a bagnomaria e usatelo come collante per unire le palline due a due.

Cotto e mangiato mousse alle fragole

Per un dolce al cucchiaio sfizioso, invece, potete provare la Mousse di Fragole. Per 6 persone pulite 250 grammi di fragole, e mettetele nel frullatore. Unite 1 cucchiaio di succo di limone e 30 grammi di zucchero e frullate tutto quanto assieme. Montate a neve 150 grammi di panna e un bianco dell’uovo, usando due ciotole separate. Unite il composto di fragole con la panna e il bianco d’uovo a neve, mescolando delicatamente per farli amalgamare bene. Disponete la mousse di fragole in coppette di servizio e lasciare in frigo per qualche ora prima di servire, guarnendo con foglioline di menta o pezzetti di frutta.

Per saperne di più su questa e altre trasmissioni culinarie:
Programmi culinari: Cotto e Mangiato
Masterchef d’Italia: arriva il talent show per gli appassionati di cucina
Programmi tv: fuori menù
Il programma di cucina in TV preferito: risultato dei sondaggi
La Prova del Cuoco vs A pranzo con Wilma

Ven 25/03/2011 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
26 marzo 2011 17:21

buono il pollo con la salsa di peperoni

Rispondi Segnala abuso
Tano 28 marzo 2011 11:14

ma suvvia, questa cucina con roba già pronta e prezzemolo surgelato. in una ricetta ha cotto la pasta e l’ha mantecata col sugo già pronto.

cotto e mangiato -_-

questa è una giornalista raccomandata dalla sorella, che non ha un diploma di cucina ed ha la presunzione di insegnarlo. e ci fa anche soldi.

per cortesia, non pubblicizzatela, perdete tutta la serietà.

Rispondi Segnala abuso
6 settembre 2011 09:04

brutta cosa l’invidia

Segnala abuso
Paoletta
Paoletta 29 marzo 2011 10:35

Tano purtroppo non tutti hanno tempo e voglia di cucinare con ingredienti scelti appositamente. Non ha fortunatamente la presunzione di essere uno chef… come immagini noi di BLP sponsorizziamo una cucina più sana ma non possiamo ignorare dei programmi che hanno così tanto successo. cerca su youtube la puntata delle interviste barbariche con parodi vs bigazzi… :)

Rispondi Segnala abuso
Tano 13 aprile 2011 13:02

resta il fatto che questa viene pagata per certe “puntate” in cui non fa altro che versare un sugo già pronto in padella, aggiungere le olive e scolarci dentro la pasta.

sì, perchè “per fare prima” (a detta sua) non usa i pelati, e usa cose tipo il “prezzemolo tagliato surgelato” che non sapevo nemmeno esistesse. oggi ha bollito le patate al microonde senza acqua “perchè aveva poco tempo”. ma dico io, fa un sacco di soldi. ci avessero messo una che almeno ha lavorato in una cucina, non dico uno chef, ma qualcuno con esperienza. lei è una giornalista, per giunta raccomandata dalla sorella (cristina)

Rispondi Segnala abuso
Bedini aurelia
Bedini aurelia 14 aprile 2011 07:45

Concordo con Tano, questa trasmissione aiuta a diffondere l’anticultura nel campo della cucina, e sotto sotto anche a favorire le varie industrie del cibo

Rispondi Segnala abuso
Franco 20 aprile 2011 11:25

Aurelia dice una cosa giustissima: “si favoriscono le industrie del cibo”. Tano ha totalmente ragione, ricordo una volta in cui la Parodi usò l’estratto di vaniglia e in caso di assenza di questa, consigliò l’uso della vanillina (alquanto dannosa).
Ma conosce l’esistenza delle stecche di vaniglia vera e propria?

Rispondi Segnala abuso
Alex66 1 giugno 2011 15:42

magari avete anche ragione che è raccomandata,che usa sughi già pronti(anche se lei stessa precisa sempre che se si ha piu’a tempo a disposizione è meglio preparato da noi )in quanto al diploma..beh anche voi nn mi sembrate dei diplomati di educazione……c.que io ringrazio infinitamente benedetta per tutte le svariate idee che mi da’ in cucina..semplici veloci e gustose per chi ha poco tempo per cucinare ,perchè lavora,ma vuole c.que stupire i famiglari con pranzetti sempre diversi

Rispondi Segnala abuso
-ROSA- 5 gennaio 2012 16:29

Cara Benedetta,
sono una tua fan volevo ringraziarti per le tue bellissime ricette.
Ti guardo ogni giorno in Televisione e molto spesso io a casa cucino le tue ricette.

Tanti Saluti,
-ROSA-

Rispondi Segnala abuso
Marcy 13 maggio 2012 19:24

ciao benedetta ti scrivo dalla sardegna,mi piace tanto fare dolci ma in particolare le torte.ho tutti i tuio libri e speso mi diverto a cucinare le tue ricette.mi trivo però un pò in difficoltà quando faccio le torte non so mai che teglia devo utilizzare per poi infornare la torta.sbaglio spesso come posso fare a capire come scegliere la teglia in base all’impasto? grazie marcy

Rispondi Segnala abuso
Lulu 6 ottobre 2012 16:12

A me nn piace tanto le ricette dei primi e secondo consigliate e “cucinati” da questa signora, i dolci si salvano. Vedo una cucina abbastanza fai da te, insomma con della roba un pò priva di conoscenza in gastronomia. Sono d’accordissimo con Tano, sarà soltanto una delle tante raccomandata (nepotismo) che in Italia c’è ne sono parecchie.

Rispondi Segnala abuso
Seguici