Cucina cinese: ricette e menu base

  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

menu cucina cinese

Oggi vi presentiamo la cucina cinese e vi suggeriamo un menu base, cercando di considerare la vera cucina cinese, o almeno la migliore che può essere preparata in Italia, che è molto diversa da quella che trovate nel tipico ristorante cinese in Italia, caratterizzato da lunghissimi menu e prezzi molto bassi. Non è poi vero che in tutti i piatti della cucina cinese i cibi devono essere fatti a pezzetti minuscoli e cotti in pochissimi minuti nel wok oppure fritti, esistono anche tanti altri tipi di preparazioni, e poi lo sapete che gli ingredienti irrinunciabili dei piatti cinesi, oltre la salsa di soia, sono lo zenzero e l’aglio. Bene allora vediamo come organizzare un vero pranzo cinese.

Un tipico menu cinese

Nella cucina cinese non esistono gli antipasti, i primi e i secondi, invece tutti i piatti debbono essere servite assieme e disposti al centro della tavola, dove i commensali possono liberamente servirsi. Il menu cinese deve comprendere sempre del riso oppure degli spaghetti di soia o di riso, e poi ci devono essere diversi piatti a base di carne (maiale, pollo o anatra, e molto più raramente di manzo) o di pesce o frutti di mare ed altri a base di verdura. Il commensale metterà nella sua ciotola un po’ di riso e poi una piccola quantità di uno dei piatti e li mangerà assieme, con le famose bacchette. Una zuppa poi è d’obbligo, e ciascuno avrà la sua tazza con il tipico cucchiaio, e consumerà un po’ di zuppa di tanto in tanto alternandola con il resto, in fondo la zuppa è considerata quasi come una bevanda.

Dessert e bevande

La cucina cinese in pratica non offre dolci, e possiamo quasi essere certi che la torta al vapore di cui vi diamo la ricetta è l’unico esistente; e sembra che in Cina nessuno abbia mai visto il famoso gelato fritto presente in tutti i ristoranti cinesi in Italia. Invece della frutta esotica, come i lichi freschi o sciroppati, è un buon modo per concludere il pasto. Per quello che riguarda le bevande la scelta classica è il the, ma un buon the, non uno di quelli pubblicizzati in televisione (per esempio un particolarissimo tè trovato nella Chinatown di San Francisco così costoso che il prezzo della quantità necessaria per un pranzo per 4 era equivalente a quello di un Barolo di grande annata). Se proprio odiate il tè allora potete optare per del vino o della birra, che non deve per forza essere cinese.

La cucina cinese oltre al wok

Non tutti i piatti della cucina cinese debbono essere rosolati a fuoco vivo in pochi minuti nel wok, per esempio ci sono ricette che richiedono l’uso del forno, come l’anatra croccante alla pechinese, oppure le cotture al vapore come questo saporito e leggero pesce al vapore, o i famosi ravioli al vapore (detti anche wonton). I frutti di mare ed il pollo poi possono essere cotti in umido in una casseruola, come per la casseruola di frutti di mare, o per il il pollo zenzerato o per il pollo alla salsa di soia. Per quest’ultimo si dovrebbe per esempio utilizzare una speciale una pentola di terracotta tipica cinese, tenuta assieme da strisce di metallo (decisamente diversa da quelle prodotte ad Albisola, SV).

Concludiamo suggerendovi alcune tra le nostre preferite ricette della cucina cinese:

Gio 06/01/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici