Kaiten sushi

I kaiten sushi in Giappone sono una maniera economica e facile per mangiare sushi

da , il

    I kaiten sushi in Giappone sono una maniera economica e facile per mangiare sushi. Infatti per chi non parla giapponese, trovarsi in un posto dove non è necessario ordinare al cameriere per mangiare può essere veramente utile durante i primi giorni di permanenza, e anche più tardi. Il funzionamento è molto semplice. C’è un nastro che gira intorno ad un bancone dove sono posizionati gli sgabelli per i clienti, e al centro i cuochi preparano deliziosi nigiri o maki, li mettono sul nastro e il cliente non deve far altro che prenderli e mangiarli. Spesso a colori diversi di piatti corrisponde un prezzo diverso, ma è facilmente intuibile da piatti che girano con un cartellino che indica il prezzo di quel determinato colore.

    In genere per i piattini con due pezzi di nigiri o quattro maki i prezzi si aggirano tra i 120 e i 140 yen (circa un euro), per salire per sushi più particolari. I cuochi preparano quelli più gettonati, ma soddisfano ogni eventuale richiesta del cliente. Per i primi giorni potrete quindi accontentarvi di prendere quelli che girano sul nastro, ma potete anche decidere di chiedere al cameriere quelli che più vi sono piaciuti.

    Per farlo basta indicare al cuoco il tipo di sushi desiderato. Spesso vi troverete un menù scritto in caratteri occidentali che potrete leggere, o ancor più spesso sotto a qualche piattino di sushi è indicato il tipo di pesce; attirate l’attenzione del cuoco, se volete dicendo ” shimasen”, o anche semplicemente dicendo il nome di quello che volete.

    Ecco una piccola guida:

    • per il salmone: sake o saamon
    • tonno: maguro
    • totano: ika
    • hawaimaki: roll con tonno o salmone e avocado
    • sakemaki: rotolini con salmone

    Appena vi sedete prendete una tazza di quelle che saranno sicuaramente allineate sul bancone, posizionatela sotto al rubinetto presente ogni due posti e spingete. Poi immergetevi una delle bustine di tè verde che troverete davanti a voi.

    I piattini servono invece per versarvi la salsa di soia nella quale intingere il sushi. Per chiedere il conto, se non sapete comunicare alla cameriera il numero dei piattini, chiedete “ohaiso, kudasai” e sarà lei a indicarvi quanto dovete pagare.

    Foto di Emi&Paoletta-Tokyo e Kyoto

    kaiten sushi