Cucina Portoghese: il caldo verde (la zuppa di cavolo)

  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

caldo verde o zuppa di cavoli

Il caldo verde (zuppa di cavolo) è uno dei piatti tipici della cucina portoghese che gusterete sicuramente se andrete in vacanza in questo interessante paese. È un piatto popolare, robusto e nutriente, oltre al cavolo ci sono le patate e la salsiccia secca o chorizo, ma saporito ed interessante e noi vi consigliamo di provarlo, ed anche è il piatto con cui il Portogallo partecipa al “Mondiale di calcio in cucina”, il nostro gioco gastronomico calcistico. Vedremo se in cucina i portoghesi saranno bravi quanto sul campo di gioco!

Ingredienti per il caldo verde o zuppa di cavolo, (dosi per 4 persone)

  • 800 g. di patate farinose
  • 400 g. di cavolo verza
  • 1 cipolla
  • 6 cucchiai di olio d’oliva extra vergine
  • 100 g. di salsiccia secca al peperoncino rosso ma non eccessivamente piccante (tipo quella napoletana)
  • 1 spicchio di aglio
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Sbucciate le patate e tagliatele in pezzi grandi e fate lo stesso con la cipolla, poi mettetele bollire in acqua salata. Quando saranno tenere, recuperate le verdure filtrando il tutto attraverso un colino (tenendo da parte il brodo di cottura) e passatele al passaverdura.

Mettete il passato in una casseruola unitevi il cavolo pulito lavato e tagliato a striscioline sottilissime e un po’ dell’acqua di cottura delle patate. Rimettete sul fuco e fate cuocere il cavolo.

Quando il tutto sarà cotto, unitevi l’olio d’oliva, lo spicchio di aglio spremuto, ed altro brodo di cottura delle patate fino ad ottenere la consistenza desiderata. Aggiustate di sale e pepe.

Servite questa saporita zuppa ben calda in piatti o ciotole individuali, distribuendo sopra la salsiccia secca affettata sottilmente.

Foto da www.slowtrav.com

Mar 22/06/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Barbara 22 giugno 2010 11:08

Buonaaa questa lo assaggiata in Portogallo :)

Rispondi Segnala abuso
29 novembre 2010 20:26

magari se scrivi in italiano… “l’ho assaggiata”

Segnala abuso
Seguici