Dolci di Carnevale: le bugie

  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Bugie dolci

  • Difficoltà Difficoltà:

    Media

  • Tempo Tempo:

    40 min 

  • Persone Persone:

    6

  • Calorie Calorie:

    470 kcal/100gr

Le bugie sono i dolci di Carnevale tradizionali della Liguria, semplici da fare e buonissimi. Qualcuno dirà che assomigliano ai dolci carnevaleschi di altre regioni; noi non lo sappiamo, siamo estremamente tradizionalisti e prepariamo e gustiamo solo questi.

  • bugie dolci
  • bugie liguri
  • strutto

Ingredienti per le bugie dolci (dosi per 6 persone)

  • 500 g. di farina
  • 50 g. di zucchero
  • 50 g. di burro
  • 1 uovo e 1 tuorlo
  • poco vino bianco secco di buona qualità (non nel cartone)
  • la scorza grattugiata di un limone (solo la parte gialla)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo q.b.
  • strutto o olio di semi (mono seme: arachide o girasole o mais) q.b.
  • marmellata opzionale, preferibilmente un tipo dal gusto leggermente acidulo

Noi consigliamo di friggere le bugie usando lo strutto, se esso è di buona qualità perfettamente bianco e privo di impurità ha un gusto assolutamente neutro che non interferisce con il dolce.

Preparazione

Impastate la farina con l’uovo, il tuorlo e il burro fuso ma freddo (potete fonderlo usando il microonde), lo zucchero, il lievito, la scorza di limone e tanto vino bianco necessario ad ottenere una pasta soda ma elastica (più o meno come quella per le tagliatelle).

Ricavate dalla pasta delle sfoglie aventi lo spessore di 2/3 mm.; potete usare la Nonna Papera, o, se sapete usarlo, il matterello.

Tagliate la sfoglia in forme diverse, usando la rotella dentata o un coltello: rombi (di solito sono quelli che gonfiano molto bene), rettangoli, magari con un taglio a metà, nastri che potete anche intrecciare (quando ero piccola venivano sempre fatte due figurine, quella di una bimba e di un bimbo, io e mio fratello).

Friggete le bugie in olio o strutto ben caldi in una pentolino a bordi alti in modo che il grasso possa avere una buona profondità. Friggete le bugie poche alla volta, e fino a che diventino ben dorate.

Scolatele, e mettetele a perdere l’unto in eccesso su carta da cucina. Quando le bugie saranno fredde cospargetele di zucchero a velo e gustatele.

Con la pasta delle bugie potete fare anche i ravioli di Carnevale, o bugie ripiene. Stendete una sfoglia, disponetevi dei mucchietti di marmellata, ricoprite con un’altra sfoglia, premete attorno alla marmellata per sigillare bene, e ritagliate con la rotella dentata. Friggeteli come le bugie.

Foto di www.ristorantepesce.com, photos4.meetupstatic.com, www.casellisalumisrl.it

Mar 10/02/2009 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
CuocoAmbrosiano 5 marzo 2011 16:17

Ma queste non sono bugie, queste sono chiacchiere!
Le bugie sono quelle ripiene di marmellata…
Quando pubblicherete la ricetta delle bugie?

Rispondi Segnala abuso
GIeGI
GIeGI 5 marzo 2011 18:19

A Genova chiamiamo bugie tutte, ma la ricetta delle bugie ripiene arrivera’ prestissimo

Rispondi Segnala abuso
Seguici