Minestra per la Festa dei “Ranati”

da , il

    Barete

    E’ una festa tipica della società contadina di Barete (AQ), riproposta alla comunità nel 2003, che si svolge il primo maggio di ogni anno nella piazza più importante del paese. Qui viene servita la tradizionale minestra dei “Ranati”. Una sorta di zuppa di legumi tradizionale dell’Abruzzo.

    Il giorno del primo maggio viene di nuovo festeggiato con una sorta di rito collettivo che porta la comunità di Barete a riunirsi in piazza per consumare una minestra fatta di ceci, cicerchie, lenticchie, granturco e grano che durante le prime ore della mattina i ragazzi raccolgono di casa in casa recitando una filastrocca “tanti aghi ci puoi da, tanti sacchi ne possa rifà”.

    Questa festa indica l’uscita dal periodo tardo invernale durante il quale l’agricoltura non produce beni di consumo. In questa circostanza, ancora oggi, viene recitata la seguente filastrocca: “cicirinati, cicirinati, vengano boni a chi me li gli à dati, e a chi non me gli à dati, gli a pozzano a venì tutti affoagnati”. Numerosi anche i turisti che riscoprono così un’antica tradizione dell’Alta Valle dell’Aterno.