Pasta al forno ricca

Pasta al forno ricca

Tempo:
1 h e 45 min
Difficoltà:
Media
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
476 Kcal/Porz

    Con questa foto ricetta vi presentiamo la pasta al forno ricca, un gustoso e come dice il nome “ricco” primo piatto a base di pasta, infatti la pasta è cotta in forno condita con salsa di pomodoro, piselli, polpettine di carne e formaggi misti. Questa ricetta è comunque una variante molto molto semplificata ed alleggerita del famoso timballo di pasta raccontato nel Gattopardo di Tommasi di Lampedusa, che risulta quindi facilmente realizzabile nelle nostre cucine

    Ingredienti

    Ingredienti Pasta al forno ricca per quattro persone

    • 500 g. di pasta, nelle foto abbiamo usato i pennoni rigati di Verrigni che si sono dimostrati ottime per la cottura al forno
    • una trentina circa di polpettine (preparate con carne, salsiccia, uova, pan grattato sale e pepe)
    • 1 mozzarella (nelle foto abbiamo invece usato una quantità equivalente di bocconcini)
    • latte q.b.
    • 300 g. di pisellini surgelati
    • pan grattato q.b.
    • salsa di pomodoro q.b.
    • farina e olio per friggere le polpettine
    • 80 g. circa di formaggi semiduri saporiti tipo pecorino, ricotta affumicata, provolone
    • una bella manciata di parmigiano grattugiato
    • olio d’oliva extra vergine q.b.
    • sale q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Pasta al forno ricca

    Per prima cosa occorre preparare le polpettine. Noi ne abbiamo preparato un quantità molto maggiore e abbiamo servite quelle rimanenti ripassandole nella salsa di pomodoro, e vi suggeriamo di fare così anche voi. Per le polpettine noi abbiamo utilizzato circa 500 g. di carne tritata, 200 g. di salsiccia, 3 uova, pan grattato, prezzemolo tritato, sale e pepe, ottenendo anche 4 porzioni di polpette con la salsa.

    Riunite in una ciotola la carne tritata, la salsiccia privata del budello, ed il prezzemolo tritato.

    Unite le uova, salate e pepate, ed impastate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

    Unite del pangrattato se il composto risultasse troppo morbido.

    Ecco l’impasto per le polpette pronto.

    Prelevate delle piccole quantità di impasto e deponetele su un piatto coperto da farina.

    Formate delle polpettine sferiche rotolando ogni quantitativo di impasto nella farina e poi tra le mani.

    Friggete le polpettine in olio caldo e poi mettetele a perdere l’eccesso di unto su della carta da cucina. Le polpettine possono essere preparate anche in anticipo e conservate in frigorifero fino al momento di usarle.

    Lessate i piselli gettandoli ancora surgelati in acqua bollente salata, poi scolateli e passateli sotto l’acqua fredda.

    Riducete a pezzetti i formaggi semiduri (nelle foto abbiamo usato pecorino sardo e ricotta affumicata) e metteteli nel vaso di un frullatore.

    Unite la mozzarella a pezzetti (noi abbiamo usato dei bocconcini) e un po’ di latte. Frullate e riducete il tutto in crema morbida, unite altro latte se serve.

    Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela molto al dente e passatela sotto l’acqua fredda, scolatela ancora per bene, e mettetela in una capace ciotola.

    Unite i piselli.

    Condite la pasta con salsa di pomodoro e un po’ di olio d’oliva extra vergine.

    Ungete con l’olio una pirofila e spolveratela con il pan grattato.

    Stendete metà della pasta nella teglia.

    Distribuite le polpettine sulla pasta.

    Spalmate sopra la crema di formaggi.

    Spolverate con il parmigiano grattugiato.

    Distribuite sopra la pasta rimanente, premendo il tutto leggermente.

    Spolverate con parmigiano grattugiato e pangrattato e completare con un filo d’olio.

    Cuocete in forno caldo a 180 gradi per circa 50 minuti, ma sorvegliate la cottura perché il tempo esatto dipende molto dal tipo del forno.

    Lasciate riposare una decina di minuti prima di servire.

    Noi abbiamo semplificato la ricetta e serviamo la pasta direttamente dalla pirofila, ma se volete potete usare una teglia più piccola e più alta e comprimere di più la pasta, e alla fine rovesciare tutto su un piatto da portata.

    FOTO DI GIeGI

    VOTA:
    4/5 su 5 voti