Speciale Natale

Tante ricette da condividere con amici e parenti per trascorrere le feste in allegria

Biscotti all’arancia e cioccolato

    photo-full
    Ecco la ricetta per dei golosi biscotti arancia cioccolato per l’ultima casella del nostro Calendario dell’Avvento. Si tratta di docetti fatti da un biscotto con sopra uno strato di gelatina all’arancia e poi il tutto ricoperto da tanto cioccolato, e sono la versione casalinga di un noto tipo di biscotti inglesi di produzione industriale: i biscotti Jaffa.  

    Ingredienti

    • 2 uova
    • 50 g. di zucchero superfino (tipo lo Zeffiro di Eridania)
    • 50 g. di farina
    • 135 g. di caramelle gelatinose all’arancia
    • 1 cucchiaio di marmellata di arancia
    • 125 ml. di acqua bollente
    • 200 g. di cioccolato da copertura fondente a pezzetti
    Ricettari correlati Scritto da

    Preparazione

    1. Preriscaldate il forno a 180 gradi.
    2. Sbattete le uova e lo zucchero per 4/5 minuti tenendo il composto a bagnomaria. Unite la farina e sbattete ancora fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
    3. Versate il composto nei fori di una teglia per muffin da 12 buchi. Infornate e cuocete per 8/10 minuti o comunque fino a che i dolcetti avranno un bel colore dorato e uno stecchino inserito al centro uscirà pulito. Togliete dal forno e fateli raffreddare nella teglia.
    4. Nel frattempo versate in una ciotola le gelatine tagliate a pezzetti, la marmellata e l’acqua, mescolate fino ad ottenere un composto liscio. Versate il composto in una teglia o in un vassoio, in modo che il liquido raggiunga lo spessore di un cm. Lasciate raffreddare, poi mettete in frigorifero per far solidificare completamente.
    5. Togliete i dolcetti dalla teglia, ritagliate dei cerchietti dalla gelatina con diametro minore di quello dei dolcetti. Mettete un disco di gelatina su ogni dolcetto.
    6. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde, e versatelo sui dolcetti. Fateli raffreddare fino a quando il cioccolato si sarà rassodato.

     
    Foto da Richard Cocks