Marmellata di albicocche e nettarine alla lavanda, la conserva estiva originale

Marmellata di albicocche e nettarine alla lavanda, la conserva estiva originale
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Marmellata albicocche, nettarine e lavanda

Ecco la ricetta della marmellata di albicocche, nettarine (dette anche pesche noci) e lavanda, una conserva estiva originale e particolarmente aromatica. La lavanda è commestibile, e può essere utilizzata in cucina, ma attenzione deve provenire da coltivazioni bio, e non aver subito trattamenti per la conservazione, quindi o la acquistate in erboristeria secca, oppure la raccogliete fresca in coltivazioni controllate.

Ingredienti per la marmellata di albicocche e nettarine alla lavanda (dosi per circa 1,5 kg. di marmellata)

  • marmellata di nettarine, albicocche e lavanda
  • marmellata di  albicocche, nettarine e lavanda
  • lavanda
  • albicocche
  • nettarine, o pesche noci
  • 1/2 kg. di albicocche
  • 1/2 kg. di nettarine o pesche noci
  • 800 g. di zucchero
  • il succo di un limone
  • un mazzetto di lavanda “commestibile”, cioè coltivata in maniera biologica e non sottoposta a trattamenti di conservazione

Preparazione

1. La vigilia, lavate e asciugate la frutta, snocciolatela e mettetela in una pentola di acciaio o di rame stagnato assieme al succo del limone e lo zucchero.

2. Mescolate bene il tutto, mettete sul fuoco e portate ad ebollizione.

3. Togliete dal fuoco, e lasciate riposare al fresco per almeno 12 ore dopo aver ben coperto la pentola usando la pellicola alimentare.

4. Il giorno dopo, preparate un sacchetto di garza con dentro la lavanda.

5. Rimettete la pentola sul fuoco, unitevi la lavanda e portate ad ebollizione.

6. Fate bollire almeno 5 minuti sempre mescolando. Controllate se la marmellata è pronta, versando un cucchiaino di composto su un piattino di porcellana tenuto nel freezer, se si solidifica vuol dire che è pronta, altrimenti prolungare la cottura un pochino. Eliminate la lavanda.

7. A piacere a questo punto potete renderla più omogenea usando un frullatore ad immersione.

8. Versate la marmellata in barattoli puliti e sterilizzati, chiudete i coperchi e rovesciateli. Lasciateli raffreddare completamente prima di rigirarli.

342

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 20/07/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici