Pasqua: ricette tradizionali

Pasqua: ricette tradizionali
  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

pranzo di pasqua

Domani sarà finalmente Pasqua. Ovviamente il menù sarà già stato deciso, e già da oggi saranno iniziati i preparativi per questa giornata di festa che è anche un buon modo per dare il benvenuto alla primavera. Questo è un piccolo ripasso per essere sicuri di servire davvero piatti della tradizione, ovviamente con qualche piccola variante che ogni anno rende il menù più interessante. Ricordatevi di decorare la tavola di Pasqua con ovetti di cioccolato, cestini, fiori. Deve essere tutto molto allegro e soprattutto avere un’aria primaverile.

Anche per chi abita al centro Italia dopo la colazione di pasqua, in cui a tavola si servono piatti sia dolci che salati, il pranzo è allo stesso modo un momento gastronomico altrettanto importante.

Ovviamente deve iniziare con un aperitivo, che servirà per placare la fame di chi è già arrivato in attesa che tutti possano sedersi a tavola ed è comunque un momento di incontro, per scambiare qualche parola con i parenti che magari non si vedono da tanto. Per gli adolescenti, che avranno confidenze da farsi, e per chi non beve, un buon cocktail analcolico a base di arance e fragole, mentre per gli altri andrà bene un buon prosecco. Poche cose da mangiare per questo momento, per non rovinare l’appetito, basteranno quindi dei salatini e delle patatine.

Per gli antipasti un vero e proprio imbarazzo della scelta… per esempio:

Il primo piatto deve essere ovviamente ricco e molto saporito, come vuole la tradizione. Quindi una buona lasagna agli asparagi o ai carciofi, oppure un primo in brodo, come una vellutata di verdure.

Come secondo piatto, a parte portare in tavola un tradizionale casatiello, come dice il nostro sondaggio, immancabile è sicuramente l’agnello.

Ecco quindi qualche ricetta per gustarlo al meglio:

615

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 03/04/2010 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Sonja La Frufia
Sonja La Frufia 5 aprile 2010 08:04

Eppure ce ne sono svariate di alternative al povero agnellino, no?
Possibile che le campagne di sensibilizzazione sull’argomento non vi tocchino minimamente?
Perchè continuate a proporre e suggerire questi inutili e crudeli sacrifici, che non hanno nulla di religioso?
C’è sempre meno gente che segue questa tradizione, perchè c’è sempre più gente che ha capito la crudeltà di avere nel piatto un neonato!
Spero di vedere rimosse queste ricette, dal momento che vi seguo continuamente e suggerisco il vostro sito a chiunque… non vorrei pentirmene!

Rispondi Segnala abuso
Paoletta
Paoletta 18 aprile 2010 20:46

Cara Sonja, come ho già risposto ad altre critiche, siamo un blog di cucina. Le ricette a base di agnello sono una parte della tradizione culinaria italiana, che non possiamo ignorare. Se personalmente io poi possa concordare con quello che dici, di certo non posso far finta che l’agnello non rappresenti il secondo pasquale per antonomasia. Se segui il blog vedrai che c’è una redazione molto attenta ai problemi di questo genere. Non è stata certamente una scelta “politica”, ma una necessità redazionale. Siamo curiosi ora, di avere le tue alternative all’agnello, che ovviamente pubblicheremo.

Rispondi Segnala abuso
Seguici