Pasta alla carbonara con panna

    photo-full
    La pasta alla carbonara con la pannanon è una preparazione abituale per molte di noi, o forse facciamo parte proprio di quelle persone che la preferiscono così. Di certo la diatriba è aperta tra chi è a sostegno di questa versione e chi, invece, resta incorruttibilmente dalla parte della carbonara classica, alla quale non aggiungerebbe neanche un granello di pepe in più. Certo è che entrambe le ricette riscuotono il dovuto successo in cucina, per cui, a voi la scelta.  

    Ingredienti

    • 180 gr di pasta (si consiglia di preferire la pasta lunga a quella corta, perché più adatta per questa ricetta)
    • 2 uova
    • 1 cucchiaio di panna da cucina
    • un pizzico di noce moscata
    • un pizzico di pepe (meglio se macinato al momento)
    • uno spicchio d’aglio
    • 1 cucchiaio di olio
    • 50 gr di pancetta a cubetti
    • sale
    Ricettari correlati Scritto da Ilaura

    Preparazione

    1) Per prima cosa mettere a soffriggere l'aglio in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio, subito dopo aggiungere la pancetta a cubetti e far cuocere per un paio di minuti. E’ meglio evitare di prolungare la cottura della pancetta oltre la sua leggera doratura perché rischiamo che diventi eccessivamente dura.

    Eliminare dalla pentola lo spicchio d’aglio.

    2) In una ciotola di vetro di media grandezza, sbattere le uova con sale, pepe e noce moscata. A procedimento avvenuto, uniamo un cucchiaio di panna da cucina e mescoliamo bene. Se si preferisce si può aumentare la quantità di panna nella ricetta, ma facendo attenzione a non esagerare per non coprire completamente il sapore delle uova e della pancetta.

    3) Nel frattempo, in una pentola con acqua salata, mettere a cuocere la pasta. Al momento opportuno scolare la pasta e metterla ad insaporirsi nella pentola con la pancetta, facendola andare a fuoco basso per qualche secondo.

    4) Spegnere il fuoco e versare la pasta con la pancetta in una zuppiera capiente e subito aggiungere le uova mescolate in precedenza con la panna. Mescolare velocemente fino a quando il condimento non si sia ben amalgamato alla pasta, poi servire. La precisione dei tempi durante questo procedimento è molto importante in quanto l’uovo si deve amalgamare e “cuocere” a contatto con la pasta calda, ma senza rapprendersi (ecco perché è preferibile unire l’uovo alla pasta lontano da fonti di calore).