Bianco e nero di agnello

Bianco e nero di agnello

    Il bianco e nero di agnello sono le sue interiora (chiamate anche coratella), che infatti si distinguono in bianche, o meglio rosa, e nere, che in realtà sono rosso scuro, come il fegato e il cuore. Nel periodo pasquale potete trovarle facilmente dal macellaio, ma assicuratevi che siano freschissime dai colori brillanti, senza cattivi odori, e viscide al tatto. Questa ricetta tradizionale ligure suggerisce di cucinarle molto semplicemente con poca cipolla e un goccio di vino bianco per apprezzarne a pieno il loro gusto.

    Ingredienti

    Ingredienti Bianco e nero di agnello

    • la coratella completa di un agnello (in Liguria indicato come il bianco e nero), come detto prima freschissima
    • olio d’oliva extra vergine q.b.
    • poca farina
    • sale e pep q.b.
    • 1 cipolla bianca
    • mezzo bicchiere scarso di vino bianco secco (ricordiamo che neanche per le frattaglie va bene il vino bianco in cartone)
    • poco prezzemolo tritato

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Bianco e nero di agnello

    coratella di agnello alla ligure

    Pelate la cipolla ed affettatela sottilmente.

    coratella di agnello alla ligure

    Mettete la cipolla in un tegame con un po’ di olio d’oliva.

    coratella di agnello alla ligure

    Fatela dorare a fuoco moderato.

    coratella di agnello alla ligure

    Nel frattempo tagliate a pezzetti la coratella di agnello, tenendo separate le parti chiare da quelle scure, visto che hanno tempi diversi di cottura; nelle foto il macellaio aveva già tagliato il tutto.

    coratella di agnello alla ligure

    Mettete nel tegame la parte chiara, e fatela cuocere per 4/5 minuti.

    coratella di agnello alla ligure

    Aggiungete anche le parti scure, e fatele rosolare brevemente.

    coratella di agnello alla ligure

    Bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare. Aggiustate di sale e pepe.

    coratella di agnello alla ligure

    Spolverate con poca farina usando un setaccino e mescolate per fare addensare l’intingolo.

    coratella di agnello alla ligure

    Completare la cottura aggiungendo un po’ di prezzemolo (nelel foto abbiamo usato prezzemolos ecco ma quello fresco è meglio), ma attenzione ci vorranno pochissimi minuti, altrimenti diventerà troppo duro, soprattutto il fegato.

    coratella di agnello alla ligure

    Servite e gustate questa “povera” e antica specialità a base di coratella di agnello; a piacere spolverate ancora con poco prezzemolo tritato.

    Foto di GIeGI

    VOTA:
    4.6/5 su 5 voti