Baccalà alla pizzaiola

    photo-full

    Non ho mai capito quelle persone a cui non piace il baccalà, secondo me è come dire che ai bambini non piacciono le caramelle!!! ma “degustibus….”. Personalmente lo mangerei anche a colazione. Con questo gustosissimo e particolare pesce si possono preparare mille piatti diversi all’insalata, fritto, ecc, ecc. Questa ricetta, che vi proponiamo, ha anche una “gustosa” variante che vi spiegherò in seguito (me l’ha insegnata mia nonna di Pompei che di questo piatto ne faceva veramente “na squisitezza” ).Ingredienti per il baccalà alla pizzaiola per 4/6 persone:

  • 500gr di baccalà ammollato
  • 10 pomodorini o 5 pomodori pelati sgocciolati
  • olio extravergine
  • aglio
  • 100gr olive nere di Gaeta o all’acqua
  • un pizzico di origano
  • peperoncino piccante (facoltativo)
  • Preparazione

    per questa ricetta vi consiglio di usare la parte più “alta” del baccalà, dalle mie parti chiamato “mussillo” che altro non è che il dorso del pesce. Se volete “ammollarlo” voi e ve lo consiglio anche per una questione d’igiene, lo dovete tenere almeno per 3 giorni sotto un filo d’acqua fredda corrente. Ricordate che il baccalà più è grande e salato, migliore è la sua qualità (me l’ha spiegato un “baccalaiolo salernitano” che mi ha spifferato che la migliore qualità ha la sigla A 16 sul sacco proveniente dalla Norvegia). Tagliatelo in grossi pezzi senza levare la pelle. In una ampia padella fate soffriggere l’aglio, unite i pomodori, il baccalà, le olive ben sgocciolate, il peperoncino piccante (se vi piace) e, per finire, un pizzico d’origano.

    Fate cuocere a fuoco bassissimo e con il coperchio. Controllate che il liquido di cottura non evapori velocemente, in questo caso potete aggiungere un pò d’acqua o un pò di vino bianco secco. Servite caldissimo.Una variante: friggete prima i pezzi di baccalà infarinati e poi procedete alla ricetta.Vino consigliato: bianco secco o rosè entrambi freschi