Baccalà mantecato alla vicentina

Baccalà mantecato alla vicentina

Tempo:
30 min
Difficoltà:
Media
Porzioni:
2 Persone
Calorie:
400 Kcal/Porz

    Vi presentiamo la ricetta del baccalà mantecato alla vicentina: secondo il procedimento tradizionale esso va ridotto in crema e servito su pane caldo o su qualche fetta di polenta. Nella ricetta vicentina viene utilizzato lo stoccafisso essiccato, non il merluzzo, meglio se già ammollato. Ecco tutti i passaggi per un baccalà mantecato da leccarsi i baffi!

    Ingredienti

    Ingredienti Baccalà mantecato alla vicentina per due persone

    • 400 gr baccalà secco già ammollato
    • 100 ml di latte
    • mezzo spicchio d'aglio
    • sale q.b.
    • 100 ml olio d’oliva extra vergine
    • 1 foglia di alloro
    • 1 ciuffetto di prezzemolo
    • pepe q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Baccalà mantecato alla vicentina

    Disponete il baccalà già ammollato, ottimo anche nelle zuppe, in un tegame dopo averlo tagliato a pezzi. Versateci sopra acqua fredda e latte coprendolo tutto. A questo punto salatelo e portatelo ad ebollizione, cuocendolo per almeno 20 minuti.

    Scolatelo, conservando una tazza dell’acqua di cottura.

    Eliminate le lische e spezzettate il baccalà cotto.

    A questo punto mescolate il baccalà con un mestolo di legno e aggiungete nell’impasto un po’ d’olio ed eventualmente un po’ d’acqua di cottura, finché non avrete ottenuto una crema omogenea. Aggiungete sale, pepe, il prezzemolo e l’aglio tritati.

    Servite il baccalà mantecato con crostini di pane, con polenta calda, bianca o gialla, oppure con fette di polenta grigliata, ottima anche come base per tartine miste.

    Curiosità

    Il termine baccalà solitamente si riferisce al merluzzo conservato sotto sale ma in alcune ragioni italiane, fra cui il Veneto, indica invece lo stoccafisso essiccato.

    Foto di GIeGI e Goran

    VOTA:
    3.8/5 su 4 voti