Bagna cauda

  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

ricetta Bagna cauda

La  Bagna cauda è una delle ricette più note della cucina piemontese, a base di acciughe,aglio e olio di oliva. Il nome della ricetta in piemontese significa letteralmente salsa calda, proprio perché si suole servirla caldissima accompagnandola a verdure fresche di stagione e rigorosamente crude. Tradizionalmente si serve nel fujot, ovvero una ciotola di coccio su un fornello da fonduta posto al centro della tavola per essere condiviso dai commensali. Nella tradizione si preparava nel periodo della vendemmia per contrastare il dolce dell’uva pigiata ma oggi è ritornata in auge servita come un piatto unico ma anche come antipasto per una cena tra amici.

Ingredienti

Ingredienti per la bagna cauda (dosi per 4 persone):

  • 100 gr di acciughe salate
  • 5 spicchi di aglio
  • 250 gr di olio extravergine di oliva
  • 50 gr di burro
  • 100 ml di latte
  • 50 ml di vino rosso

Preparazione

  1. Lavate le acciughe, molto velocemente nel vino, poi eliminatene la lisca e tenetele da parte in un contenitore. Poi sbucciate gli spicchi di aglio e tritateli finemente per poi metterli a bagno per almeno un’ora nel latte. Questa operazione è necessaria a rendere più digeribile l’aglio, oltre che renderne meno intenso il sapore caratteristico.

  2. Una volta trascorso questo tempo mettete l’aglio e il latte in una casseruola e lasciate cuocere a fuoco lento. Nel frattempo in una pentola a parte, preferibilmente di coccio, fate scaldare l’olio e il burro senza farli bollire. Quando il tutto sarà ben caldo unitevi l’aglio con il latte.

  3. Mescolate molto bene e spesso fino a che l’aglio non si sarà sciolto completamente. A questo punto unite le acciughe e continuate a mescolare per almeno altri 20 minuti, finché le acciughe si saranno sciolte.

  4. Appena le acciughe saranno sciolte la Bagna cauda sarà pronta. Servitela caldissima, preferibilmente nel fujot o in una ciotola di terracotta su una fondutiera, accompagnando con verdure di stagione crude e tagliate a bastoncini o a fiammifero.

Consigli e varianti per la preparazione della Bagna cauda
Se la ricetta tradizionale della Bagna cauda prevede l’utilizzo di latte in cui addolcire il sapore forte dell’aglio, in alcune varianti si aggiunge anche della panna fresca nella quantità di 200 ml per ingentilire il gusto della salsa e renderla più densa. Un consiglio per rendere meno forte il gusto della Bagna cauda è l’eliminazione del germoglio centrale dell’aglio. Si serve assolutamente calda, preferibilmente con verdure fresche di stagione quali cardi, carote, peperoni, carciofi, cuori bianchi di scarola e rape bianche; e per i più tradizionali consigliamo di scegliere il topinambur, anch’esso molto tipico della cucina piemontese.

Foto di HAMACHI!

Gio 03/05/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici