Brioche col tuppo (brioche siciliana)

    Brioche col tuppo (brioche siciliana)
    Tempo:
    6 h
    Difficoltà:
    Media
    Porzioni:
    10 Persone
    Calorie:
    285 Kcal/Porz
    Ecco la ricetta delle famose brioche col tuppo, un dolce lievitato tipico della cucina siciliana chiamate così per la presenza del “tuppo” ovvero una piccola pallina di pasta posizionata sulla sommità delle stesse. Sono molto soffici, profumate e dolci, preparate con miele, latte, burro, zucchero e farina di manitoba, non sono difficili da fare anche se richiedono un po' di tempo e di attenzione. In dialetto vengono chiamate briosce e vengono spesso abbinate a gelato, panna montata oppure una deliziosa e fresca granita, ma vi consigliamo di provarle anche con alimenti salati, ricotta o salumi, il contrasto è perfetto. Tra le ricette delle brioche, questa è una di quelle più classiche e originali allo stesso tempo, facendo parte di una lunga tradizione che ha creato un dolce molto particolare, soprattutto nella forma.

    Ingredienti

    Ingredienti Brioche col tuppo (brioche siciliana) per dieci persone
    • 500 gr di farina manitoba
    • 75 gr di zucchero
    • 75 gr di burro
    • 10 gr sale
    • un cubetto di lievito di birra
    • 170 gr di latte freddo intero
    • 1 cucchiaio di miele
    • 2 uova
    • 2 cucchiaini di scorza di arancia
    • 1 bustina di vanillina
    • un tuorlo + un po' di latte
    • zucchero a velo q.b.
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    Come fare Brioche col tuppo (brioche siciliana)
    1. In una ciotola, direttamente in quella della planetaria se ne avete una, mettete il miele e il lievito di birra sciolto con una parte di latte e lavorate per un minuto.
    2. Continuate a frullare aggiungendo le uova una alla volta.
    3. Ora unite la farina, la vanillina, lo zucchero, il latte freddo, il burro fuso e la scorza di arancia, impastate tutti gli ingredienti per almeno 15 minuti, aggiungete il sale e frullate per altri 5 minuti, l'impasto dovrà staccarsi dalle pareti totalmente.
      Consiglio:

      L'impasto sarà pronto quando tirando tra le dita un po' di impasto si formerà un velo senza strapparsi.

    4. Staccate l'impasto dal gancio e trasferitelo in un'altra ciotola e mettetelo a lievitare coperto con la pellicola nel forno spento per due ore.
    5. Trascorso questo tempo, capovolgete l'impasto su una spianatoia infarinata, lasciatelo riposare a temperatura ambiente per un'ora senza lavorarlo.
    6. Ora lavoratelo per qualche minuto e formate 10 palline più grandi di circa 80 gr l'una e 10 più piccole, di circa 15-20 gr.
    7. Posizionatele su una teglia foderata con carta da forno, ben distanziate, le palline più piccole appoggiate sulla sommità di quelle grandi nelle quali avrete praticato un piccolo solco, ne costituiranno il tuppo.
    8. Rimettete a lievitare (dentro al forno con la luce accesa, comunque a una temperatura max di 28°) fino al raddoppio delle brioche, ci vorranno circa due ore.
    9. Quando mancheranno 20 minuti alla fine della lievitazione, preriscaldate il forno a 180°.
    10. Spennellate le brioche con un tuorlo mescolato con un pò di latte, quindi infornate per circa 25 minuti.
    11. Quando sfornate le brioche col tuppo, spolverizzatele con zucchero a velo e gustatele belle calde, non bollenti però o il palato non potrà apprezzarle.

     

    Varianti

    Una variante sfiziosa e saporita di queste brioche col tuppo è quella di aggiungere dello zafferano agli ingredienti (con la metà del sale della ricetta), scioglietelo nel latte con il lievito, il profumo sarà ancora più forte, il sapore più speziato, provate, sono buonissime. 

    Per questa ricetta abbiamo usato la farina di manitoba, ideale per una buona lievitazione, ma potete anche mescolare metà di questa con metà di farina 0 o anche integrale, per una versione utile per chi ha bisogno di fibre. 

    Al posto della vanillina suggeriamo di usare mezza bacca di vaniglia, sciogliete i semi sempre nel latte tiepido con il lievito, oppure se amate la cannella, provatele con questa spezia. 

    Infine potete usare la scorza di limone con o al posto di quella di arancia, così sfrutterete a pieno il gusto e il profumo degli agrumi di Sicilia.
     

    Conservazione

    Le brioche col tuppo, come tutte le brioche, il giorno dopo hanno una consistenza più secca, un profumo meno inebriante e un sapore un po' diverso, consigliamo di congelarle appena fatte se ne fate tante e quando le scongelate, mettetele in forno, torneranno più fragranti, anche se meno morbide. 

    Lo stesso comunque potete fare anche se non le congelate, conservatele in frigorifero, ma solo per un giorno e poi in forno sempre per farle tornare simili a quando sono appena cotte.
     

    Foto di nishanga

     
     
     
     
     
    RICETTE PIU' POPOLARI
    DALLA CUCINA