Carciofi lessi

    Carciofi lessi
    Tempo:
    1 h e 15 min
    Difficoltà:
    Facile
    Porzioni:
    4 Persone
    Calorie:
    110 Kcal/Porz
    Questa ricetta dei carciofi lessiè per veri ghiottoni, anche se non sembrerebbe leggendo il titolo. Il carciofo preparato in questo modo, ripieno di pancetta e pecorino, lessato e poi dorato, potrebbe essere alternativo, anche per le sontuose fritture delle feste, che spesso appesantiscono, quindi è l'ideale per Natale, Pasqua, Capodanno, la Befana.... insomma ogni occasione è buona, provateli, sono davvero saporiti!

    Ingredienti

    Ingredienti Carciofi lessi per quattro persone
    • 4 bei carciofi
    • 50 gr di pancetta a dadini
    • un pò di formaggio pecorino
    • aglio
    • prezzemolo
    • sale
    • olio extravergine d'oliva
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    Come fare i Carciofi lessi

    carciofi lessi

    1. Tagliate il gambo dei carciofi facendo in modo che restino in piedi.
    2. Sbatteteli sul tagliere (non troppo forte mi raccomando) per far aprire le foglie al centro. Lavateli e sgocciolateli.
    3. All'interno mettete un pezzetto di formaggio, un pezzetto d'aglio, qualche dadino di pancetta, il prezzemolo tagliuzzato, un pò di sale.
    4. Sistemate i carciofi in piedi in una pentola stretti tra di loro.
    5. Aggiungete acqua salata fino quasi a ricoprirli, il sale e un filo d'olio.
    6. Fate cuocere a fuoco basso e con il coperchio, aggiungete altra acqua se necessario.
      Consiglio:

      Controllate la cottura assaggiando qualche foglia esterna.

    7. Quando il liquido di cottura sarà evaporato fate dorare i carciofi con l'olio.
    8. Servite caldissimo aggiungendo un filo d'olio crudo..

     

    Curiosità

    Al Sud in dialetto si dice :"carciofo cient vasi pe' nu turzo", che tradotto in italiano significa "dai tanti baci per avere alla fine un torsolo". Questo detto nasce dal fatto che di questo bel carciofo si mangia quasi di tutto, compreso le foglie esterne, che vengono prese a morsi alla base dove sono più tenere e sembrano quasi che le baciamo. Finite le foglie resta il torsolo, che è la parte più tenera e saporita. Se volete i carciofi senza spine allora dovete cercate le mammarelle, almeno così si chiamano al Sud.
     

    Foto di Carmelita Caruana

     
     
     
     
     
    RICETTE PIU' POPOLARI
    DALLA CUCINA