Ricetta “ciccioli” di maiale, ideali per torte salate

Ricetta “ciccioli” di maiale, ideali per torte salate

ciccioli di maiale

Ciccioli, cicole, sfrizzole, greppole, lardinzi, siccioli…….tanti sono i nomi, ma il prodotto non cambia!!!! E’ quanto rimane dopo la “spremitura” per ottenere lo strutto di maiale. Sono quei squisiti pezzetti di lardo che possono essere utilizzati per tante altre ricette come le torte rustiche come il “tortano e il casatiello”, tipiche della gastronomia campana e che si preparano a Pasqua. Personalmente li mangio anche così come sono, anche ancora caldi e salati. Attenzione, però, alla dieta perchè sono ipercalorici…ma un piccolo strappo alla norma non guasta.

Preparazione per i ciccioli di maiale:

eseguite la ricetta per lo strutto di maiale. I ciccioli, una volta freddi, si conservano per alcuni mesi in frigorifero così come lo strutto. Se li volete gustare subito non li fate raffreddare del tutto, ma aggiungete un pò di sale e pepe. Li potete accompagnare con pane casareccio croccante.

Vino consigliato: rosso tipo Chianti servito a temperatura ambiente

212

Segui ButtaLaPasta

Lun 07/01/2008 da Lucia

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici