Il rosolio

    photo-full
    Di questa antichissima ricetta ormai si è perso quasi del tutto il ricordo. La troviamo citata in antichi manuali di gastronomia come "Memorial de la patisserie" del 1865 redatto da Pierre Lecam, il grande pasticciere di Carlo III principe di Monaco e in "Cousinier moderne" del 1887 a cura di Gustave Garlin, ritenuto uno dei più bravi cuochi parigini. In entrambi i casi, però, gli ingredienti per questo particolare liquore, il rosolio, sono differenti ed era previsto l'uso dell'alambicco. La ricetta che vi proponiamo è la più facile da eseguire. Una curiosità: il nome rosolio deriva dal latino "ros solis" che può essere tradotto "rugiada di sole". Per offrirlo al vostro amato bene per San Valentino, lo dovete preparare due mesi prima, ma l'attesa ne vale la pena.

    Ingredienti

    Ricettari correlati Scritto da Lucia

    Preparazione

    mettete tutti gli aromi e spezie in infusione con l'alcool in un barattolo di vetro per 5 giorni. Trascorso il tempo preparate uno sciroppo sciogliendo lo zucchero in un pò d'acqua.

    Filtrate e imbottigliate. Conservate il rosolio in un luogo fresco e asciutto e fatelo "invecchiare" per almeno due mesi.

    RICETTE PIU' POPOLARI