Falafel (Felafel)

ricetta falafel

Le falafel (ma si scrive anche felafel) sono delle polpette vegetariane a base di ceci o di fave rese speciali dall’aggiunta di spezie ed erbe aromatiche. Le falafel sono tipiche delle cucine medio-orientali, infatti le potete trovare in Libano, in Palestina, in Siria e in Egitto, mentre in Italia potete trovarle nei locali che servono il kebab. Vi suggeriamo di servire le falafel come stuzzichino per accompagnare un aperitivo, o come antipasto, oppure con altre specialità arabe per una cena da mille e una notte.

Ingredienti

Ingredienti per le falafel (dosi per 4 persone)

  • 1 latta di ceci al naturale da 400 gr, oppure equivalente quantità di ceci secchi ammollati e poi lessati, o di fave secche decorticate, ammollate e ben scolate
  • 1 cipolla grande tritata
  • 2 spicchi di aglio tritati
  • 3 cucchiai da minestra di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaino da caffè di coriandolo in polvere
  • 1 cucchiaino da caffè di cumino in polvere
  • 2 cucchiai da minestra di farina
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio di arachide per friggere (non vi consigliamo di usare l’olio d’oliva in questo caso perché ha un gusto troppo intenso) q.b.

Preparazione

  1. Se usate i ceci secchi, metteteli in ammollo per una notte e poi lessateli, scolateli e fateli raffreddare. Se usate quelli in scatola, sciacquateli lungamente sotto l’acqua corrente e poi scolateli per bene, mentre le fave secche decorticate vanno ammollate per 4 o 5 ore e poi lasciate a scolare in un colino per un’oretta.

  2. Mettete in una ciotola i ceci o le fave, l’aglio, la cipolla, il coriandolo, il cumino, del sale, e del pepe a piacere . Spolverate con la farina. Riducete il tutto in purea usando una forchetta, ma potete anche usare un robot da cucina. Il risultato finale deve essere una pasta omogenea, ma piuttosto densa; se fosse troppo morbida unite ancora un po’ di farina.

  3. Con l’impasto fate delle polpette aventi la misura di una palla ping pong, poi schiacciatele leggermente. Esiste anche uno speciale utensile per formare le falafel, ma in Italia è molto difficile da trovare.

  4. Friggete le falafel in olio ben caldo fino a che saranno bruno dorate, circa 5/7 minuti. Toglietele dalla padella con una paletta forata e poi mettetele a perdere l’eccesso di unto su carta da cucina. Gustatele ben calde.

Come servire le falafel
Le falafel possono essere servite come stuzzichini accompagnandole con dell’hummus, che potete preparare con la nostra ricetta e/o della tahina e/o della salsa preparata condendo dello yogurt con olio, sale, pepe e succo di limone. La tahina è una salsa molto cremosa ottenuta macinando i semi di sesamo, e la trovate in barattolo nei negozi di specialità etniche. Se servite le falafel come secondo piatto aggiungete alle salse anche una bella insalata mista. Oppure, potete servirle dentro una pita (piccolo pane arabo piatto e morbido che si apre con facilità per formare una specie di tasca), sempre con insalata mista e salse a piacere.

Foto di morbutu

Gio 26/04/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Cinzia 29 aprile 2013 20:45

Non sono convinta che la ricetta originale sia proprio cosi, dicono che i ceci non vanno assolutamente lessati e nemmeno utilizzare quelli in scatola. :)

Rispondi Segnala abuso
Mirella 15 ottobre 2013 09:54

io che sono nata al Cairo adoravo le polpettine falafel ma mi ricordo che dentro c’era qualcosa di verde sto cercando la ricetta originale, io ero una bambina se qualcuno la conosce

Segnala abuso
Seguici