Le fritole del Carnevale sono tipici dolci della città di Venezia da gustare nel periodo più divertente dell’anno. La loro storia è davvero antichissima infatti, nate durante il periodo del rinascimento, sono divenute così famose che nel ‘700 vennero soprannominate “dolce nazionale dello Stato Veneto”. Se la fritola deteneva lo “scettro” dell’arte dolciaria popolare veneziana, la stessa ricetta veniva realizzate anche in altre regioni italiane con nomi diversi, ad esempio in Sicilia erano chiamate “sfingi”. Oltre ad essere un dolce davvero buonissimo, le fritole possono essere considerate come antenate del moderno street food perché venivano vendute per strada per allietare piacevoli momenti di pausa. Vediamo insieme come prepararle!

Ingredienti

  • 15 gr di lievito di birra
  • 200 gr di farina
  • 50 gr di uva passa
  • 50 gr di pinoli
  • 50 gr di frutta candita
  • 100 gr di zucchero
  • 1 bicchierino di grappa o di rum
  • zucchero a velo q.b.

Preparazione

  1. All’interno di una ciotola sciogliete il lievito con l’aggiunta di un po’ di acqua tiepida. Incorporate quindi lo zucchero, il liquore, la farina e un po’ di acqua laddove pensate sia necessaria.

  2. Con l’aiuto di un cucchiaio di legno, amalgamate il tutto dal basso verso l’alto e coprite la pasta con un telo. Lasciate riposare il tutto per un’ora all’interno di un posto caldo che aiuti la lievitazione, il vostro impasto dovrà raddoppiare il suo volume.

  3. Non appena terminato il tempo di riposo, aggiungete alla pasta la frutta candita tagliata a pezzetti, l’uva passa e i pinoli. Versate quindi in una padella ampia e antiaderente, abbondante olio; quando bollirà cominciate a friggere le zeppoline versandole a cucchiaiate nell’olio.

  4. Non appena le vostre dolci “palline” saranno pronte, lasciatele asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso e successivamente spolveratele con lo zucchero a velo e servite ancora calde.

Fritole di Carnevale con Bimby
Fritole di Carneval

La ricetta delle fritole di Carnevale con Bimby sono una buonissima variante della prima ricetta, ancora più veloce da realizzare con l’aiuto del comodissimo robot da cucina. Scopriamo insieme come realizzare queste morbide palline fritte, facilissime da preparare e anche da mangiare perché una tira l’altra ed è davvero difficile smettere!

Ingredienti

  • 100 gr di uvetta
  • 50 gr di rum
  • scorza di 1 limone
  • scorza di 1 arancia
  • 300 gr acqua
  • 1 cubetto lievito di birra
  • 500 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova
  • 25 gr di pinoli
  • olio per friggere q.b.
  • zucchero vanigliato q.b.

Preparazione

  1. Il primo passo per realizzare il vostro dolce è quello di lasciare a bagno l’uvetta nel rum, così da farla crescere con più sapore.

    Inserite quindi nel boccale de scorze di limone e di arancia, lasciate andare il tutto per 10 secondi mantenendo la velocità 7.

  2. Aiutandovi con la spatola, riunite tutte le scorze sul fondo e aggiungete l’acqua, il burro e il lievito. Mescolate tutti questi ingredienti per 20 secondi circa mantenendo velocità 4/5. Terminate questa operazione, aggiungete la farina, lo zucchero, il sale e le uova continuate a impastare mantenendo la velocità 4 per altri 20 secondi.

  3. Scolate il rum dall’uvetta e aggiungetela all’impasto, incorporate anche i pinoli e mixate il tutto per 20 secondi a velocità 4 antiorario. Sempre con l’aiuto della spatolina, togliete il composto dal boccale e versatelo in una ciotola; coprite il tutto e lasciate lievitare in un posto caldo per circa 2 ore.

  4. Versate in una padella antiaderente abbondante olio e iniziate a friggere il tutto con l’aiuto di un cucchiaio, togliete le fritole dall’olio solo quando ben dorate e lasciatele scolare su un foglio di carta assorbente. Non appena si saranno leggermente raffreddate spolveratele con lo zucchero vanigliato e servitele ai vostri ospiti!

Foto di Fulvia e Luisa De Lorenzo

TOP VIDEO
RICETTE PIU' POPOLARI
DALLA CUCINA