Gelato al pistacchio

Gelato al pistacchio

Tempo:
2 h e 30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
6 Persone
Calorie:
220 Kcal/100gr

    Quella del gelato al pistacchio è una ricetta facile da realizzare in casa, noi vi illustriamo la versione base senza uova, ma non sarà difficile preparare questo gelato anche usandole. Vi faremo vedere in ogni caso come procedere anche con le uova e usando la pasta di pistacchio al posto della farina di pistacchi o dei pistacchi tritati, in quest’ultimo caso il gelato avrà una consistenza più granulosa, che sarà perfetta per i veri amanti di questo frutto secco. Se riuscite a procurarvi i pistacchi di Bronte, il risultato sarà ancora più esaltante, perché sono i migliori. Come per tutte le ricette con il gelato anche in questo caso pochi semplici ingredienti basteranno per ottenere un ottimo dolce, dal gusto inconfondibile senza coloranti, conservanti e aromi artificiali. Per ottenere un buon gelato della consistenza cremosa consigliamo l’uso della gelatiera, ma se non la avete, vi faremo vedere anche come si preparara senza. Noi useremo anche un pizzico di sale, ma se preferite potete anche non metterlo.

    Ingredienti

    Ingredienti Gelato al pistacchio per sei persone

    • 200 ml di panna fresca
    • 130 g di farina di pistacchi o pistacchi tritati

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Gelato al pistacchio

    Innanzitutto dovete porre il cestello della gelatiera in freezer per circa 15 ore prima dell’utilizzo.

    Cominciate a preparare il gelato al pistacchio sciogliendo lo zucchero nel latte in una pentola a fuoco medio.

    Attendete che il latte si raffreddi completamente prima di proseguire con la preparazione.

    Variante:

    In alternativa potete usare lo zucchero a velo e unirlo al latte freddo, il procedimento sarà più breve.

    Utilizzando una frusta elettrica o un mixer a immersione, aggiungete al latte con lo zucchero ormai freddo la farina di pistacchi (o i pistacchi trtati) e un pizzico di sale.

    Unite infine la panna liquida, anche questa fredda, e frullate.

    Versate il composto freddo ottenuto all’interno della gelatiera in funzione.

    Il gelato sarà pronto in circa 30-40 minuti.

    Consiglio:

    Cercate di non avere un ambiente troppo freddo o troppo caldo, in ogni caso la densità del gelato dipende sia dalla temperatura degli ingredienti inseriti nella gelatiera sia dalla temperatura dell’ambiente.

    Mettete in freezere per 30 minuti e poi servite con della granella di pistacchi o anche con del cioccolato fuso, sia bianco che fondente, con cialde o biscottini.

    Se il gelato non viene consumato subito dopo la preparazione conservatelo in freezer in un contenitore ermetico, al momento dell’uso tirate fuori e servite.

    Variante con le uova

    Per questa variante la preparazione dovrà essere fatta a caldo per pastorizzare, quindi mescolate lo zucchero con due uova e aggiungete la farina di pistacchi, amalgamate e unite anche il latte e la panna, miscelate con il mixer a immersione e portate il tutto sul fuoco, sempre mescolando. Vi servirà un termometro da cucina, portate la temperatura a circa 80° e cercate di non superarla, o comunque di non andare oltre gli 83-85°, per non fare una frittata e, una volta raggiunta, spegnete il fuoco e fate raffreddare prima a bagno maria con acqua e ghiaccio e dopo lasciando in frigo fino al completo raffreddamento.

    Quando il composto sarà pronto accendete la gelatiera, sempre lasciata in freezer per 15 ore, versate e mantecare per 30-40 minuti.

    Consigliamo sempre di mettere il gelato in freezer per una mezz’ora. anche se volete mangiarlo subito dopo la preparazione.

    Variante con la pasta di pistacchio

    Se volete usare la pasta di pistacchio, questa deve sempre essere aggiunta a freddo per non alterare le proprietà organolettiche e nutritive del pistacchio. Quindi se procedete senza uova e con lo zucchero a velo avrete già pronti tutti gli ingredienti freddi, se invece usate lo zucchero semolato, procedete come nella ricetta base per scioglierlo nello zucchero, sostituendo la farina di pistacchio con la pasta, 100 gr basteranno. Se invece uate le uova procedete come nella precedente variante e quando il composto si sarà raffreddato, aggiungete la pasta di pistacchio e miscelate nuovamente col mixer ad immersione. Una volta che tutto sarà completamente amalgamato, riponete il composto in frigo e mescolando di tanto in tanto lasciate raffreddare completamente il composto. Infine mantecate nella gelatiera per 30-40 minuti.

    Variante senza gelatiera

    Per preparare un discreto gelato al pistacchio senza gelatiera il procedimento è lo stesso, ma il composto ottenuto dopo la miscelazione di tutti gli ingredienti verrà riposto in freezer in un contenitore, preferibilmente d’acciaio, e mescolato ogni 30 minuti fino ad ottenere la consistenza desiderata oppure potete attendere il completo congelamento e utilizzare un potente frullatore per ammorbidirlo, ottenendo un composto cremoso.

    Conservazione

    Consigliamo di consumare il gelato fatto in casa il prima possibile ma potete comunque conservarlo nel freezer per qualche giorno, se la temperatura è quella giusta, -18 gradi. Questo vale anche se pastorizzate le uova, se però il gelato verrà consumato subito potete anche omettere il procedimento di pastorizzazione. Se tirate fuori dal congelatore il gelato molto duro, come è normale che sia, vi suggeriamo di scongelarlo in frigorifero, così che il processo di innalzamento della temperatura sarà più lento e il gelato sarà più cremoso, ma mai come all’inizio, quando lo avete preparato. Per questo è sempre meglio mangiarlo subito o al massimo il giorno dopo.

    Foto di Chiara

    VOTA:
    4.5/5 su 4 voti