Granita di mandorle siciliana

Granita di mandorle siciliana

Tempo:
7 h
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
220 Kcal/100gr

    La granita di mandorle siciliana è un classico dolce della stupenda isola della Sicilia, preparata con una ricetta diversa nelle varie province, le migliori granite sono quelle di Catania e di Messina, vi illustreremo come farla con il latte di mandorla e poi vi daremo la variante con la pasta di mandorle. Nel primo caso avremo una granita meno liscia ma più profumata, perché il latte di mandorla che si ottiene con le mandorle sgusciate e tritate creerà un composto più grezzo con la consistenza granulosa, nel secondo caso il composto creato sarà più liscio, morbido e più veloce da preparare. Questa è una delle tante ricette delle granite, come per le altre della cucina siciliana viene generalmente servita per colazione, o merenda, accompagnata da una brioche col tuppo, tipica anch’essa della tradizione dell’isola. Infine se volete, potete aggiungere un pizzico di cannella, spezia perfetta con le mandorle.

    Ingredienti

    Ingredienti Granita di mandorle siciliana per quattro persone

    • 650 ml di acqua

    Ricetta e preparazione

    Come fare Granita di mandorle siciliana

    La ricetta con la gelatiera prevede di mettere il cestello della stessa in freezer per 20 ore prima di iniziare la preparazione della granita.

    Dopo circa 12 ore da quando avete posto il cestello in freezer cominciate con il lavoro più lungo, quello di spellare le mandorle una ad una, per fare questo lavoro dovete prima sbollentarle

    in acqua per pochi minuti.

    Quindi eliminate la pellicina.

    Tritatele molto finemente in un robot e mettete la granella ottenuta avvolta in un panno di cotone.

    Lasciatele in infusione nell’acqua, raccomandiamo la dose che vi abbiamo conisgliato, 650 ml, per 6 ore.

    Strizzate il composto un po’ di volte e otterrete il vostro latte di mandorle.

    Aggiungete lo zucchero semolato e mettetele in frigorifero per un’ora.

    Trascorso questo tempo, mettete il composto nella gelatiera e mantecate per 25 minuti circa.

    Appena pronta, mettetela in freezer per mezz’ora e poi gustatela sola o con una buona brioche o con dei biscottini alla cannella.

    La variante con la pasta di mandorle

    Se volete provare la versione con la pasta di mandorle dovrete procurarvene 250 gr, con 1 litro di acqua e 50 gr di zucchero semolato.

    Ci sono tanti pasticceri in Sicilia che preparano la granita di mandorle senza latte di mandorla, tra cui Luca Cavezel, il gelatiere per eccellenza.

    Dovete prima di tutto sciogliere il panetto di pasta di mandorle nell’acqua, aggiungendola a filo, poco alla volta e mescolate tutto molto attentamente, aiutandovi con una frusta.

    Potete anche procedere in questa operazione portando prima l’acqua ad ebollizione.

    Aggiungete lo zucchero e mescolate ancora con la frusta per amalgamarlo al composto ottenuto fino ad ottenere il giusto grado di cremosità, per poi procedere alla mantecatura.

    Variante senza gelatiera

    Per la variante senza gelatiera dovete versate il liquido cremoso ottenuto dallo scioglimento della pasta di mandorle con acqua e poi zucchero in una ciotola di acciaio e mettetelo in freezer per 30 minuti.

    Quindi riprendete il composto e mescolatelo con una forchetta e ripetete l’operazione ogni mezz’ora, per almeno 4-5 volte o finché il liquido avrà assunto la consistenza tipica della granita, in questo caso dovrà essere piuttosto cremosa.

    Conservazione

    Vi consigliamo di consumare immediatamente la vostra granita di mandorle siciliana per gustarla al meglio, con la giusta cremosità, ma potete anche conservarla per due-tre giorni, attenti però diventerà un po’ dura in freezer, dovrete aspettare una buona mezz’ora dopo averla tirata fuori.

    Foto di debstah1

    VOTA:
    4.5/5 su 3 voti