La scarcella pugliese

  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

scarcelle

  • Difficoltà Difficoltà:

    Media

  • Tempo Tempo:

    40 min 

  • Persone Persone:

    5

  • Calorie Calorie:

    319 kcal/Porz.

La scarcella pugliese è un dolce amato dai bambini perché può assumere svariate forme, a seconda di cosa vi suggerisce la vostra fantasia: un cuore, un cane, una bambola o un coniglio, simbolo pasquale per eccellenza.
Vediamo insieme come realizzare questo buonissimo dessert che renderà ancora più buono le festività pasquale.

Ingredienti

  • 1 kg di farina
  • 5 uova
  • 300 gr di zucchero
  • 100 gr di olio
  • 20 gr di ammoniaca
  • 2 bustine di vanillina
  • latte q.b.
  • 300 gr di zucchero molto solubile
  • 1 albume d’ uovo
  • ovetti di cioccolato
  • monpariglia q.b.

Preparazione

  1. Dopo aver acquistato gli ingredienti richiesti, è possibile iniziare a preparare le scarcelle pugliesi.

    ingredienti scarcelle

    Versate su una spianatoia la farina a fontana ed unite le uova; vi suggeriamo di setacciare la farina così da evitare che si formino i grumi.

    farina e uova

    Successivamente unite l’olio agli altri ingredienti.

    olio nell’ impasto

    E ancora lo zucchero.

    zucchero nell’ impasto

    Incorporate quindi l’ammoniaca per aiutare il composto a lievitare. Questo tipo di agente lievitante è molto utile per questo tipo di preparazioni che necessitano di lunga cottura.

    ammoniaca

    Infine aggiungete le bustine di vanillina che con il loro aroma delicato e dolce, annulleranno il forte odore dell’ammoniaca.

    vanillina nell’ impasto

  2. Lavorate con le mani il composto per qualche minuto, è necessario far amalgamare bene tra loro tutti gli ingredienti.

    impastare

    Continuate a impastare aggiungendo un po’ di latte tiepido che vi aiuterà a far unire per bene tutti gli ingredienti.

    latte nell’ impasto

    Alla fine dovrete ottenere una pasta omogenea e non troppo dura.

    pasta non dura

  3. Stendete quindi la pasta su un piano di lavoro aiutandovi con un mattarello. Vi suggeriamo di spargere un po’ di farina sul piano prima di porre la pasta.

    pasta stesa

    Dopo aver steso la pasta, ritagliate le scarcelle aiutandovi con le giuste formine. Dopo aver creato le forme che vi piacciono di più, ponete tutto su una teglia foderata con la carta da forno.

    cane su teglia

  4. Mettete i soggetti realizzati nel forno a cuocere per circa 15 minuti a 180°. Aspettate che siano dorati e dall’aspetto croccante prima di toglierli dal forno.

    soggetti nel forno

  5. Terminato il tempo di cottura, sfornate tutto e lasciate che si intiepidiscano prima di procedere con la glassatura.

    cane cotto

La glassa

  • Per preparare la glassa è necessario montare a neve ferma un albume d’ uovo e mettetelo da parte.

    albume montato

  • All’interno di un pentolino ponete 300 gr di zucchero molto solubile e ricopritelo con l’acqua; mettetelo sul fuoco a temperatura media e mescolate senza sosta fin quando lo zucchero non si scioglierà del tutto.

    glassa sul fuoco

  • Non appena si sarà sciolto del tutto, toglietelo dal fuoco e mettetelo in una ciotola; aggiungete l’albume montato a neve nello zucchero e continuate a mescolare. Laddove la glassa non si dovesse staccare aggiungete qualche goccia di limone.

    albume nello zucchero

  • Versate con attenzione la glassa sulle scarcelle e rapidamente i monpariglia e un ovetto di cioccolato per permettere che si attacchino facilmente alla superficie; gustate le vostre deliziose scarcelle.

    scarcelle pronte

  • Foto di Waly

    Mer 31/03/2010 da

    Commenta

    Ricorda i miei dati

    I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

    Pubblica commento
    Rachel 7 aprile 2012 16:24

    il tempo di cottura è troppo poco, ci ho impiegato 25 minuti a 200° e nonostante questo non è stato sufficiente perchè il colorito non era molto d’orato e la puzza di ammoniaca è rimasta :(

    Rispondi Segnala abuso
    Seguici