Limoncello

ricetta limoncello

Il limoncello è un liquore dolce tra i più conosciuti al mondo e nasce in Campania, più precisamente nella costiera amalfitana e sorrentina, dove si possono trovare i favolosi Limoni di Sorrento e gli Sfusati Amalfitani, due varietà di questo agrume che recentemente hanno ottenuto il riconoscimento IGP. Il limoncello può essere preparato facilmente in casa se avete la fortuna di trovare dei limoni profumati e non trattati, o ancora meglio rigorosamente biologici, magari provenienti da qualche pianta coltivata in un giardino o in orto.

Ingredienti

Ingredienti per il limoncello (dosi per circa 2 litri di liquore):

  • 8 limoni non trattati o ancora meglio da agricoltura biologica
  • 1 litro alcool puro a 90 gradi per liquori
  • 1 litro di acqua
  • 1kg di zucchero

Con queste dosi si ottiene un limoncello equilibrato dal punto di vista del contenuto alcolico e mediamente dolce, ma se voi preferite un prodotto più leggero potete ridurre di un pochino l’alcol, e sempre secondo i vostri gusti aumentare o diminuire un pochino lo zucchero.

Preparazione

  1. Lavate accuratamente i limoni, asciugateli con delicatezza e recuperate la parte gialla della buccia evitando con cura la parte bianca; vi suggeriamo di usare un coltellino affilato o un pelapatate sempre ben affilato.

  2. Immergete le bucce dei limoni in un barattolo di vetro con chiusura ermetica, e ricoprite con l’alcool. Tappate e lasciate riposare per oltre 15/20 giorni in un luogo buio e asciutto.

  3. Trascorso il tempo di riposo, preparate uno sciroppo con l’acqua e lo zucchero. Versate acqua e zucchero in un tegame e mettete sul fuoco fino a quando lo zucchero non si sarà completamente sciolto, e il liquido sarà perfettamente trasparente, toglietelo dal fuoco e fatelo raffreddare.

  4. Filtrate l’alcol con le scorze di limoni con un colino dalle maglie molto fitte oppure con una sottile garza pulitissima. Mescolate il risultato della filtratura con lo sciroppo preparato in precedenza. Versate in bottiglie, tappate e fate di nuovo riposare il liquore ottenuto per qualche giorno, sempre al buio. Il limoncello va servito freddissimo, per cui vi suggeriamo di tenerne una bottiglia in frigorifero o nel freezer, per essere sempre pronti a servirlo nel modo migliore.

Preparare il limoncello senza sprechi
Vi diamo qualche consiglio per preparare il limoncello senza sprecare nulla. Alla fine della prima fase della ricetta vi ritrovate con tanti limoni “nudi”, bene qui trovate tante idee e ricette per utilizzarli. Alla fine dell’ultima fase invece vi ritroverete con le scorze che hanno ceduto i loro profumi all’alcol, non gettatele, invece fatele seccare, e aggiungetele al caffè nella tazzina, diventerà profumato e particolarmente digestivo.


Foto di Erik Pitti

Mar 29/05/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici