Ricetta liquore di carrube, elisir di antichi sapori

Ricetta liquore di carrube, elisir di antichi sapori
  • Commenti (6)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Carrubo o sciuscelle

Ricetta molto semplice, ma gustosa da preparare con un frutto quasi dimenticato: le carrube (dalla pianta carrubo) chiamate anche “sciuscelle“. L’etimologia di quest’ultimo termine non è chiara. Mentre la parola “carrubo” deriva dall’arabo “harrubo”, la “sciuscella” dovrebbe essere il femminile di “sciusciello” che significa “brodino” in latino. In effetti, con questo frutto, considerato mangime per gli animali, si preparava un vero e proprio brodo per lenire i dolori allo stomaco o per aiutare a superare infezioni all’apparato digerente. Da questo si evince che il liquore di carrube, oltre ad essere molto gustoso, rappresenta un ottimo digestivo e disinfettante interno naturale.

Ingredienti per il liquore di “sciuscelle”:

  • 1L di alcool a 90°
  • 1L d’acqua
  • 1Kg di zucchero
  • 10 carrubbe spezzettate
  • Procedimento: pulite le carrube con uno straccetto, spezzettatele e mettetele in infusione nell’alcool in un barattolo di vetro con il coperchio ermetico. Fate riposare per 30 giorni ricordando di agitare il liquore ogni tanto. Trascorso il tempo necessario fate sciogliere lo zucchero nell’acqua senza farlo caramellare, filtrate l’alcool ed unitelo allo zucchero. Fate raffreddare e filtrate di nuovo. Versate il liquore in bottigliette di vetro e servite sempre ben fresco.

    243

    Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

    Sab 29/12/2007 da

    Commenta

    Ricorda i miei dati

    I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

    Pubblica commento
    Sonia 26 settembre 2010 16:44

    Ci voleva un sito così!

    Rispondi Segnala abuso
    GIeGI
    GIeGI 26 settembre 2010 16:48

    Siamo contenti che ti piaccia!

    Rispondi Segnala abuso
    Giuseppe 3 ottobre 2011 09:34

    Ma solo 10 carrube per 1 litro di alcool… il risultato non è troppo alcolico?

    Rispondi Segnala abuso
    GIeGI
    GIeGI 3 ottobre 2011 11:17

    Le dosi sono quelle standard per i liquori dolci tipo limoncello, noi infatti ci facciamo il limoncello, l’arancino e il cardamoncello

    http://www.buttalapasta.it/articolo/liquore-cardamoncello/4246/

    se aumenti le carrube diventerà solo piu’ aromatico non meno alcolico

    Rispondi Segnala abuso
    Antonio 14 marzo 2012 15:40

    Ma la carrube deve essere secca?

    Rispondi Segnala abuso
    Antonio 1 marzo 2014 22:58

    Ci proverò. Con questo frutto i nostri vecchi facevano un decotto lenitivo per la tosse. Sciuscelle è un termine usato in Campania principalmente nel Beneventano . In Puglia zona Gargano Vieste le chiamiamo Fascinelle e sempre in puglia zona Brindisino le chiamano Corna .Eseguirò questa ricetta

    Rispondi Segnala abuso
    Seguici