Marmellata di arance

Marmellata di arance

ricetta marmellata di arance

Vi diamo la ricetta per preparare la marmellata di arance, che potrete poi essere utilizzare per farcire torte o dolcetti, oppure servire a colazione con pane e burro o fette biscottate. Ma prima di accingervi a prepararla, assicuratevi di avere a disposizione delle ottime arance provenienti da agricoltura biologica, o almeno non trattate, visto che per questa marmellata dovrete utilizzare anche la loro buccia.

Ingredienti

Ingredienti per la marmellata di arance

  • 2 kg di arance possibilmente da agricoltura biologica, o almeno non trattate
  • 2 limoni possibilmente da agricoltura biologica, o almeno non trattatI
  • 1,5 kg di zucchero

Preparazione

  1. Prima di tutto procuratevi dei barattoli di vetro con coperchi ermetici, lavateli con cura (va bene anche usando la lavastoviglie), quindi sterilizzateli facendoli bollire completamente sommersi nell’acqua per almeno 30 minuti, e lasciandoli poi raffreddare in tale acqua.

  2. Lavate le arance e i limoni, asciugateli delicatamente, prelevate la scorza ai due limoni e a meta’ delle arance, e tagliatela a striscioline sottili. In un pentolino portate a bollore mezzo litro di acqua, poi gettatevi dentro le scorze e fatele cuocere per 10 minuti. Cambiate l’acqua e portate di nuovo a bollore, scolatele e mettetele ad asciugare su un telo.

  3. Sbucciate al vivo tutte le arance, quindi tagliatele a fettine sottili, eliminando i semi e raccogliendo il succo che cade in una ciotola.

  4. In una pentola mettete 800 ml di acqua, aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere, poi fatelo sobbollire per 3 minuti. Aggiungete le scorze sbollentate in precedenza, le fettine di arancia e il succo recuperato, poi continuate la cottura mescolando ed eliminando la schiuma che si formerà fino al raggiungimento della giusta densità, ci vorranno circa 25 minuti.

  5. Togliete la marmellata dal fuoco e versatela ancora caldissima nei barattoli sterilizzati, chiudeteli, capovolgeteli, aspettate almeno cinque minuti, poi raddrizzateli e lasciateli raffreddare. Conservate la vostra marmellata di arance casalinga in un luogo buio ed asciutto, ma i barattoli una volta aperti invece dovranno essere conservati in frigorifero.

Quali arance usare per la marmellata
Potete preparare la marmellata di arance con qualsiasi tipo di questo agrume, ovviamente il colore cambierà nei vari casi, e quindi potrete ottenere una marmellata di un bel colore arancione, o quasi giallo, oppure rosato, se avrete scelto le arance rosse. Vi sconsigliamo solamente le arance dalla buccia molto spessa. Se poi riuscite a trovare delle arance amare, usatele in questa ricetta e otterrete la famosa marmalade inglese, perfetta da servire con i toast al momento del tè.

Foto di amandabhslater

520

Segui ButtaLaPasta

Lun 04/06/2012 da GIeGI

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Gianni 2 ottobre 2012 21:05

Mi sembra molto chiara e ben scritta, nonchè di facile esecuzione, ma non vedo come vanno utilizzati i limoni dopo averne prelevato la buccia della meta degli stessi. Presumo che siano da utilizzare come le arance, ma sarebbe più chiaro se venisse scritto sia al punto tre che al punto quattro. Utilizzerò la ricetta per le arance amare al prossimo gennaio. Complimenti ed auguri.

Rispondi Segnala abuso
GIeGI
GIeGI 3 ottobre 2012 11:12

Dei limoni si usa solo la buccia, e non la polpa e neppure il succo, comunque abbiamo cercato di scrivere meglio il passo sulla preparazione delle scorze

Rispondi Segnala abuso
Yaya79
Yaya79 20 aprile 2013 12:46

Bella ricetta! proverò a farla subito!..per mia fortuna ho un piccolo orto e degli alberi di arancio e le marmellate mi vengono buonissime :-)
Nella ricetta che ho io (tramandata dalla nonna) però non mi indica l’uso del limone e alla fine per la chiusura dei vasetti suggerisce di ricoprire con dell’alcol puro come protezione per l’aria che potrebbe entrare e creare muffa, che dici lascio o evito di metterlo?

Grazie
Marianna

Rispondi Segnala abuso
Seguici