Marmellata di mele con il Bimby

Marmellata di mele con il Bimby

Tempo:
1 h e 15 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
8 Persone
Calorie:
175 Kcal/100gr

    La marmellata di mele con il Bimby è una ricetta più pratica e semplice di quella classica di questa conserva che è sicuramente una delle più apprezzate e confezionate non solo in Italia ma nel mondo, si può realizzare con il tipo di mele che preferite, scegliendo magari quelle che di stagione, e questo è un gran vantaggio perché la mela la trovate tutto l’anno nelle sue diverse varietà. Noi abbiamo scelto la mela Golden perché è la più amata dalle famiglie italiane, forse per il suo gusto universale, dolce e solo leggermente acidulo, che piace davvero a tutti, e la sua consistenza croccante e succosa, che la rende ideale per tutti gli usi, compreso quello di realizzare delle confetture sane e buonissime, la trovate soprattutto dalla metà di Settembre a fine Ottobre.

    Ingredienti

    Ingredienti Marmellata di mele con il Bimby per otto persone

    • 1 kg di mele Golden (peso netto)
    • 500 gr di zucchero semolato
    • 1 limone
    • 1 bicchiere di acqua

    Ricetta e preparazione

    Come fare Marmellata di mele con il Bimby

    Cominciate la preparazione della vostra marmellata di mele con il Bimby lavando accuratamente le mele, che ci raccomandiamo di scegliere belle mature.

    Asciugatele con un panno da cucina pulitissimo o con della carta assorbente.

    Prendete un coltello e sbucciatele, togliete il torsolo e tagliatele grossolanamente a pezzi, non importa la precisione, semmai la dimensione, non troppo grandi, per agevolare la cottura.

    Mettetele in una ciotola con il succo del limone e lasciatele riposare per qualche minuto.

    Consiglio:

    Se il limone dovesse rivelarsi poco succoso, aggiungetene un po' da un altro mezzo limone.

    Nel frattempo versate nel boccale del vostro Bimby lo zucchero e l’acqua e cuocete per un quarto d’ora a 100° impostando la velocità sul 2.

    Variante:

    Se preferite usare lo zucchero di canna, prima frullatelo, in modo da renderlo più fine.

    Consiglio:

    Se usate mele più acidule o preferite una marmellata più dolce, aggiungete fino a 150 gr di zucchero in più.

    Aggiungete le mele macerate nel succo di limone e cuocete per 40 minuti a 100° con la velocità impostata sull’1.

    Mentre la marmellata cuoce potete occuparvi della sterlizzazione dei vasetti per contenerla, è molto importante questo procedimento per la buona conservazione di tutte le conserve in generale.

    Per prima cosa svitate i vasetti.

    Quindi in una grossa pentola 10 cm più alta dei vasetti, disponete sul fondo un panno da cucina pulito, poggiate i vasetti senza i coperchi sul fondo con l’apertura rivolta verso l’alto.

    Mettete tra gli stessi un altro panno per evitare che si tocchino uno con l’altro, coprite con acqua fredda fino a superare di almeno 5 cm l’estremità dei vasetti

    Portate ad ebollizione, abbassate la fiamma e lasciate bollire per 30 minuti.

    Trascorsi i primi 20 minuti di bollitura, immergete anche i coperchi.

    Scolate vasetti e coperchi e lasciateli asciugare in forno caldo a 180° per circa 10 minuti.

    Al termine dell’ora di cottura indicata, potete controllare la consistenza della marmellata, se la polpa non si è ancora disfatta completamente, frullate per 20 secondi a velocità 5.

    Ora potete fare la prova del piattino, mettetevi sopra un cucchiaino di marmellata, inclinatelo leggermente, se la goccia è densa e fa fatica a scendere è pronta, altrimenti proseguite la cottura a temperatura Varoma per pochi minuti, il tempo necessario a farla addensare.

    Una volta che considerate pronta la vostra marmellata, versatela nei vasetti, stando attenti a che non ci sia troppa differenza di tempetarura tra contenitore e contenuto, altrimenti rischierete di farli scoppiare.

    Chiudete i vasetti e capovolgeteli fino a che la confettura non si sarà completamente raffreddata: questo procedimento serve per creare il sottovuoto, eliminando del tutto l’aria dai barattoli di marmellata, in modo che sia possibile conservarli più a lungo.

    Una volta raffreddata completamente, il coperchio del barattolo non dovrà fare il caratteristico rumore, il click clack, ad indicarne la chiusura ermetica.

    La vostra marmellata di mele con il Bimby è pronta da assaggiare o da conservare in dispensa.

    Variante senza acqua

    Potete realizzare la stessa ricetta senza usare l’acqua in cottura, in questo caso usate il succo di due limoni, uno per macerare le mele e uno da unire nel cestello del Bimby insieme allo zucchero e alle mele.

    Cuocete per 35 min. a temperatura Varoma vel. 2 e mettete il cestello al posto del misurino per evitare schizzi.

    Controllate la consistenza della marmellata, se fosse troppo liquida proseguite la cottura, con le medesime indicazioni di tempetarura, ancora qualche minuto.

    Altre varianti

    Possiamo senz’altro consigliarvi di aromatizzare questa marmellata con spezie, la più comune e usata è di solito la cannella, ma vi consigliamo caldamente l’uso dello zenzero fresco grattugiato o anche del cardamomo o dei choidi di garofano.

    Inoltre un diverso gusto può essere dato dalle erbe aromatiche, in questo caso la menta ci sembra la più adatta, aggiungetene qualche foglia, non esagerate o coprirà completamente il sapore delle mele.

    Un ultimo consiglio è quello di profumare la vostra marmellata di mele con il Bimby con la lavanda, unendo agli ingredienti 10 spighe di questa pianta deliziosa e molto amata.

    Conservazione

    Come tutte le confetture, la marmellata di mele con il Bimby va conservata in un luogo buio e fresco, per 6 mesi, ma anche di più.

    Dopo l’apertura, ci raccomandiamo di tenere il vasetto in frigorifero, per evitare che si formi la muffa, non più di una settimana.

    Photo by Elvis Kõll / CC BY

    VOTA:
    5/5 su 2 voti