Marmellata di prugne col Bimby

Marmellata di prugne col Bimby

Tempo:
50 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
8 Persone
Calorie:
248 Kcal/100gr

    La ricetta della marmellata di prugne col Bimby è davvero facile e, come accade con questo elettrodomestico, i tempi sono ridotti rispetto al confezionamento tradizionale. Questa marmellata è preparata di solito a fine agosto, quando la prugna è molto presente nei mercati e supermercati e può essere acquistata quindi a buon prezzo, risparmiando doppiamente, perché poi la potrete conservare e non comprare quelle confezionate, che comunque sono abbastanza care se di buona qualità. Sicuramente, come tutte le ricette delle marmellate, la potete usare per la prima colazione, per la merenda o per preparare ottimi dolci, soprattutto le crostate, e far mangiare la frutta ai vostri bambini. Vediamo insieme come prepararla, le dosi sono per circa 3 vasetti di marmellata, poi regolatevi, cambiando le dosi se ne volete confezionare di più, anche magari da regalare.

    Ingredienti

    Ingredienti Marmellata di prugne col Bimby per otto persone

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Marmellata di prugne col Bimby

    Prima di preparare la marmellata di prugne col Bimby, ricordatevi di sterilizzare i vasetti per conservarla, è molto importante questo procedimento, la pulizia dei contenitori è necessaria.

    Per prima cosa svitate i vasetti.

    Quindi in una grossa pentola 10 cm più alta dei vasetti, disponete sul fondo un panno da cucina pulito, poggiate i vasetti senza i coperchi sul fondo con l’apertura rivolta verso l’alto.

    Mettete tra gli stessi un altro panno per evitare che si tocchino uno con l’altro, coprite con acqua fredda fino a superare di almeno 5 cm l’estremità dei vasetti

    Portate ad ebollizione, abbassate la fiamma e lasciate bollire per 30 minuti.

    Trascorsi i primi 20 minuti di bollitura, immergete anche i coperchi.

    Scolate vasetti e coperchi e lasciateli asciugare in forno caldo a 180° per circa 10 minuti.

    Ora vi potete occupare della marmellata, lavate bene le prugne sotto l’acqua corrente, mettetele in uno scolapasta e lasciatele colare dall’acqua in eccesso.

    Asciugatele anche con della carta assorbente da cucina, tagliatele a metà per togliere il nocciolo, quindi tagliate nuovamente ogni metà in due parti.

    Consiglio:

    Cercate di raccogliere anche il succo che viene fuori tagliandole, raccogliendolo in una ciotola.

    Versate nel contenitore del Bimby le prugne, lo zucchero e il succo del mezzo limone.

    Impostate il Bimby a velocità 1 e cuocete per 35 minuti e a temperatura 100°.

    Per accertarvi che la confettura sia cotta al punto giusto, fate la prova del piattino.

    Mettete un cucchiaino di marmellata al centro di un piattino e poi inclinatelo, se scende lentamente, allora è pronta.

    Se invece la marmellata scende velocemente, dovete farla addensare di più perché forse i frutti erano molto acquosi.

    A questo punto per addensarla ancora continuate la cottura per 5-10 minuti, anche fino a 12, dipende da quanto fosse liquida, a tempetaura varoma a velocità 1 in senso antiorario.

    Quando sarà pronta la vostra marmellata di prugne col Bimby, mettetela nei vasetti precedentemente sterilizzati, perfettamente asciutti, fino all’orlo.

    Pulite con una spugna eventuali sbavature all’esterno e chiudete ermeticamente, capovolgeteli, lasciandoli raffreddare completamente.

    Una volta raffreddati del tutto, potrete rimetterli dritti e conservarli in dispensa.

    Proprietà e benefici delle prugne

    Le prugne sono un dolce estivo molto fresco ed energico, oltre che nutriente e, dobbiamo dirvelo, apportano il massimo dei loro benefici se sono secche.

    Infatti per esempio potete anche sostituirle allo zucchero per la vostra dose quotidiana consentita, se le mangiate secche o le usate per dolcificare torte e biscotti, grazie alle fibre, che regolano l’assorbimento degli zuccheri naturali e dei carboidrati contenuti nelle farine.

    E le fibre servono anche naturalmente per un buon funzionamento dell’apparato intestinale e per abbassare il colesterolo cattivo.

    Inoltre le prugne esercitano un’azione antivirale e antibatterica, con la vitamina C che potenzia le difese immunitarie, purificando il corpo dalle tossine, apportano benefici anche a unghie e capelli e hanno proprietà energetiche e tonificanti dell’organismo.

    La vitamina C facilita anche l’assorbimento del ferro, ma le prugne contengono anche magnesio e calcio, che contribuiscono a regolare la pressione sanguigna e il battito cardiaco.

    Infine, sono una buona fonte di carotenoidi, potenti antiossidanti, utili in estate per combattere la maggiore produzione di radicali liberi dovuta all’esposizione solare.

    Conservazione

    Sistemate i barattoli di marmellata in un posto fresco e buio, e non impilateli, è meglio tenerli uno accanto all’altro, in questo modo potete conservare la marmellata per 6 mesi.

    Una volta aperto il singolo vasetto, conservatelo in frigorifero per evitare la formazione della muffa, al massimo per una settimana.

    Photo by Szymon Sikorski / CC BY

    VOTA:
    4.5/5 su 1 voto