Marmellata di uva col Bimby

Marmellata di uva col Bimby

Tempo:
1 h
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
8 Persone
Calorie:
265 Kcal/100gr

    La ricetta della marmellata di uva col Bimby è facile e i tempi sono ridotti grazie all’uso del magico elettrodomestico amico delle donne. Per quando riguarda la quantità di zucchero da utilizzare, dipende dal tipo di uva che scegliete, dalla sua maggiore dolcezza o asprezza, se non volete una marmellata troppo dolce, potete iniziare la cottura con una quantità minore di quella consigliata e assaggiare il composto dopo circa 10/15 minuti per valutare se aggiungerne ancora. Tra le ricette delle marmellate potete considerare questa una delle più delicate, da utlizzare anche per qualche dolce particolare o da gustare a merenda su deliziosi biscottini. Potete usare uva sia bianca che nera, ma vediamo come procedere, con le nostre dosi otterrete 3 vasetti da 250 gr circa.

    Ingredienti

    Ingredienti Marmellata di uva col Bimby per otto persone

    • 1 kg d'uva
    • il succo di 1/2 limone
    • 300 gr di zucchero (fino a 400 gr se la volete più dolce)

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Marmellata di uva col Bimby

    Prima di tutto lavate bene l’uva sotto l’acqua corrente in uno scolapasta e lasciate colare l’acqua in eccesso.

    Se si tratta di una qualità di uva con i semi, dopo aver asciugato gli acini con un panno pulitissimo o con carta assorbente da cucina, tagliateli a metà ed eliminate i semi prima di iniziare la preparazione della marmellata.

    Consiglio:

    Nel tagliare gli acini sicuramente uscirà del succo, fate questa operazione su una scoldella, in modo da non perderlo.

    A questo punto inserite gli acini tagliati a metà e privati dei semi nel bicchiere del Bimby, aggiungete lo zucchero e il succo di limone.

    Cuocete per 45 minuti a temperatura varoma e velocità 2.

    Quando sarà passato il tempo necessario, per controllare la densità giusta, fate la prova del piattino.

    Mettete un cucchiaino di marmellata su un piattino, inclinatelo leggermente e, se la goccia è densa e fa fatica a scendere è pronta, altrimenti proseguite la cottura a temperatura Varoma per pochi minuti, il tempo necessario a farla addensare.

    Consiglio:

    Qualora la marmellata non riuscisse ad addensarsi, aggiungete nel boccale del bimby un cucchiaio di pectina.

    Nel caso si volesse una confettura completamente liscia e omogenea proseguite la cottura 10 secondi a velocità 10.

    Mentre la marmellata cuoce potete occuparvi della sterlizzazione dei vasetti per contenerla.

    Per prima cosa svitate i vasetti.

    Quindi in una grossa pentola 10 cm più alta dei vasetti, disponete sul fondo un panno da cucina pulito, poggiate i vasetti senza i coperchi sul fondo con l’apertura rivolta verso l’alto.

    Mettete tra gli stessi un altro panno per evitare che si tocchino uno con l’altro, coprite con acqua fredda fino a superare di almeno 5 cm l’estremità dei vasetti

    Portate ad ebollizione, abbassate la fiamma e lasciate bollire per 30 minuti.

    Trascorsi i primi 20 minuti di bollitura, immergete anche i coperchi.

    Scolate vasetti e coperchi e lasciateli asciugare in forno caldo a 180° per circa 10 minuti.

    A fine cottura, spegnete il bimby e versate la marmellata nei vasetti appena sterilizzati.

    Chiudete i vasetti e capovolgeteli fino a che la confettura non si sarà completamente raffreddata: questo procedimento serve per creare il sottovuoto, eliminando del tutto l’aria dai barattoli di marmellata, in modo che sia possibile conservarli più a lungo.

    Una volta raffreddata completamente, il coperchio del barattolo non dovrà fare il caratteristico rumore, il click clack, ad indicarne la chiusura ermetica.

    La vostra marmellata di uva col Bimby è così pronta da assaggiare per la colazione o da conservare in dispensa e utilizzare come preferite.

    Varianti

    Per le varianti di questa marmellata di uva col Bimby, se amate i sapori speziati, potete aromatizzarla, aggiungendo una spolverata di cannella o un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato nel bicchiere del bimby prima di cominciare la cottura.

    Oppure potete aggiungere un cucchiaio di foglie di timo fresche e mezzo bicchiere di vino bianco secco, con le uve rosse è meglio del vino rosato secco.

    Per un sapore particolare, potete utilizzare l’uva fragola, ma in questo caso sarà necessario fare bene attenzione ad eliminare tutti i semini dagli acini, più piccoli rispetto a quelli delle altre uve, e magari anche le bucce, che sono particolarmente spesse.

    Infine provate a preparare la marmellata di uva mista, con uva bianca e nera.

    Conservazione

    I vasetti di marmellata potranno essere conservati anche per qualche mese in dispensa, preferibilmente al riparo dalla luce e dal calore, disposti uno accanto all’altro, non impilati.

    Quando aprite un vasetto, conservatelo poi in frigorifero, per evitare il formarsi della muffa, al massimo per una settimana.

    Photo by partsandcrafts

    / CC BY

    VOTA:
    4.5/5 su 2 voti