Ricetta natalizia della tradizione inglese, Plum-Pudding o Budino Inglese di Natale

  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

pudding

Il Pudding o Budino di Natale è un tradizionale dolce inglese, preparato e servito in ogni famiglia durante le festività natalizie. Ogni madre ed ogni nonna ha la propria ricetta, spesso tramandata da generazioni. Gli ingredienti di base, comunque, sono mantenuti perché si legano alla tradizione che voleva che questa ricetta racchiudesse tutti elementi più costosi e preziosi, come le spezie che caratterizzano questo dolce. Inoltre la tradizione rracconta che ogni donna che lo prepara mette nell’impasto un piccolo oggetto che sarà un portafortuna per chi lo trova.
Il termine Plum-Pudding vuol dire alla lettera “budino di prugne”, benché questo ingrediente non sia presente nella ricetta.
La preparazione è laboriosa e richiede molto tempo (è necessario far riposare il budino per 3 settimane!), pazienza nell’esecuzione e nella ricerca degli ingredienti. Il risultato però è garantito!

Ingredienti per il tradizionale Plum-Pudding (dosi per 8 persone)

  • 150 g pane bianco raffermo grattugiato
  • 150 g grasso di rognone
  • 100 g uva sultanina
  • 100 g uva di Corinto
  • 50 g cedro candito
  • 50 g ciliegie candite
  • 1 mela acerba
  • 75 g mandorle tritate
  • 2 arance (scorza grattugiata + succo di 1 arancia)
  • 1 limone (scorza grattugiata + succo di ½ limone)
  • 75 g farina
  • 100 g zucchero grezzo
  • ½ cucchiaino di sale
  • 1 presa cannella
  • pimento
  • 1 presa zenzero
  • chiodi di garofano macinati
  • 1 presa noce moscata
  • 3 uova
  • 1 bicchiere Brandy + 1 bicchierino per fiammeggiare
  • 1 bicchiere Sherry
  • burro per ungere
  • 12 pezzi di zucchero candito

Preparazione

Pulite il grasso di rognone della sua pellicina e passatelo. Fate rinvenire l’uva di Corinto e l’uva sultanina in acqua bollente per qualche minuto e poi distendetele ad asciugare su un telo. Tritate grossolanamente il cedro e le ciliegie e sbucciate grattugiate la mela. Quindi riunite tutti questi ingredienti in una capiente terrina, aggiungendo, dopo aver mescolato bene, le mandorle, la scorza grattugiata di arancia e limone, la farina, lo zucchero grezzo, il sale e le spezie.
Amalgamate bene il tutto, aggiungendo le uova ed il succo di arancia e limone.
A questo punto è necessario impastare energicamente il tutto con le mani, incorporando intanto i due liquori.
Fate riposare la pasta per 48 ore in un recipiente di terracotta coperto.
A questo punto si passa alla fase della cottura.
Trasferite l’impasto in uno stampo da budino con coperchio e coprite con carta pergamena unta di burro, tappando poi lo stampo. Avvolgetelo con un tovagliolo, come fosse un fagotto, cioè legando le due estremità con due nodi. In questi due nodi fate passare il manico lungo di un mestolo con il quale potrete porre il fagotto sospeso su una casseruola. Riempite la casseruola di acqua bollente in modo che lo stampo venga coperto per ¾. Lasciate bollire per 6 ore, aggiungendo l’acqua necessaria per mantenere il livello costante.
A fine cottura, lasciate raffreddare il fagotto e poi liberate lo stampo, eliminate il coperchio e la pergamena e rovesciate il budino su carta alluminio, con la quale andrete ad incartarlo bene.
Riponetelo in frigo o in luogo fresco per 3 settimane.
Nel giorno di Natale, rimettete il budino nello stampo, chiudetelo e fatelo cuocere per altre 3 ore a bagnomaria.
Sformatelo sul piatto da portata, ponetevi i pezzi di zucchero candito, rovesciatevi sopra un bicchierino di Brandy riscaldato e servite, fiammeggiando il budino.

Sab 24/11/2007 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
6 gennaio 2009 15:17

ke belle tradizioni!!!!aneta:(

Rispondi Segnala abuso
Seguici