Pasta sfoglia per torte e vol-au-vent

    Pasta sfoglia per torte e vol-au-vent
    Tempo:
    2 h e 30 min
    Difficoltà:
    Media
    Porzioni:
    6 Persone
    Calorie:
    558 Kcal/100gr
    La pasta sfoglia è una pasta leggerissima e friabile che rende molto golosa ogni preparazione, ma fra le paste è sicuramente una delle più lunghe da realizzare perché necessita di diverse stesure (in termini tecnici “giri”) ed intervalli di riposo fra una stesura e l’altra. Inoltre richiede il rispetto delle dosi ed una certa abilità, che si acquisirà con la pratica e la passione.

    Ingredienti

    Ingredienti Pasta sfoglia per torte e vol-au-vent per sei persone
    • 200 gr farina
    • 200 gr burro
    • 1 pizzico di sale
    • 1 tazza d’acqua gelata
    Ricettari correlati Scritto da

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Pasta sfoglia per torte e vol-au-vent

    sfoglia per torte o vol au vent

    1. Disponete la farina a fontana e ponetevi al centro il pizzico di sale e l’acqua gelata.
    2. Lavorate fino ad ottenere un impasto sodo ed omogeneo, che farete riposare per 20 minuti, coperto con un canovaccio, in luogo buio e fresco.
    3. Consigli:

      Per lavorare al meglio si consiglia di utilizzare attrezzi precedentemente raffreddati in frigo o freezer.

    4. Trascorsi i 20 minuti, stendete l’impasto con il mattarello sul ripiano ben infarinato ricavandone un quadrato e disponetevi al centro il panetto di burro rettangolare.
    5. Ripiegate i lembi scoperti della pasta sul panetto (come fosse un pacchetto) e premete leggermente con il mattarello per incorporarlo.
    6. Coprite con l’alluminio e fate riposare in frigo per 5 minuti.
    7. A questo punto si iniziano i “giri” che conferiscono alla pasta la sua friabilità.
    8. Stendete la pasta a rettangolo di 1 cm di spessore muovendo il mattarello solo in un senso, ripiegatela in tre a quadrato (primo giro), stendetela di nuovo cambiando verso, poi ripiegatela (secondo giro) e fatela riposare per 15 minuti in frigo.
    9. Ripetete le stesse operazioni, osservando il periodo di riposo per altre tre volte, in modo quindi che alla fine avrete dato alla pasta otto “giri” in tutto.

     
    Foto di cindyli

     
     
     
     
     
    RICETTE PIU' POPOLARI
    DALLA CUCINA