Patatas bravas

Patatas bravas

Tempo:
30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
153 Kcal/Porz

    Le patatas bravas sono tra le tapas più note della cucina spagnola. Letteralmente bravas significa selvagge: sarà forse per il considerevole gusto piccante della salsa che le accompagna. Croccanti fuori e morbide dentro, le patate dovranno essere cucinate con cura seguendo la ricetta. La salsa è a base di pomodoro, aglio e peperoncino, anche se ne esistono varie versioni. Secondo una leggenda, la tradizione delle tapas risale al re Alfonso X: a seguito di una malattia recuperò le forze con una dieta a base di vino e piccole porzioni di cibo. Dopo essere guarito ordinò a tutte le taverne del suo regno di non servire vino se non accompagnato da tapas.

    Ingredienti

    Ingredienti Patatas bravas per quattro persone

    • 600 gr di patate
    • Sale q.b.
    • 1 cipolla
    • 1 cucchiaio di semi di cumino
    • 3 cucchiai di vino bianco secco
    • Tabasco q.b.
    • 1 macinata di pepe di Cajenna
    • 3 cucchiai di olio di oliva
    • 250 gr di pomodori maturi
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 peperoncino piccante
    • 2 cucchiai di olio di oliva
    • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
    • Sale q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare le Patatas bravas

    Dopo aver lavato e pelato le patate, risciacquatele e tagliatele a tocchetti di 4 cm.

    Disponetele in una teglia da forno unta di olio.

    Versate l’olio, salate e mescolate.

    Infornate a 200°.

    Fate cuocere per circa 45 minuti, girando di tanto in tanto le patate con molta delicatezza.

    Nel frattempo preparate la salsa. Lessate per qualche istante i pomodori, poi sgocciolateli e spellateli.

    Spezzettateli eliminando i semi.

    Riscaldate l’olio in una padella e fatevi rosolare la cipolla sbucciata e affettata molto fine.

    Quando inizia a imbiondire mettete l’aglio schiacciato, il peperoncino piccante spezzettato privato dei semi e il cumino.

    Lasciate cuocere a fuoco moderato per un paio di minuti, alzate poi la fiamma e versatevi il vino, facendolo evaporare.

    Aggiungete la salsa di pomodoro che avete preparato.

    Salate e fate proseguire la cottura fino a che la salsa non si addensa.

    Toglietela dal fuoco, lasciandola raffreddare.

    Frullatela e rimettetela in padella fino a farla divenire nuovamente calda.

    Condite con una spruzzata di tabasco, il prezzemolo e il pepe.

    Per servire, disponete le patate dorate in una ciotola e versatevi la salsa.

    Foto di leo gonzales

    VOTA:
    4.7/5 su 5 voti