Le pettole pugliesi salate

  • Commenti (7)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

pettole pugliesi

Vi presentiamo la ricetta delle pettole pugliesi salate, delle frittelle chiamate anche scherpelle: questa ricetta può essere utilizzata come dolce, mentre noi la presentiamo in versione salata che può essere quindi un antipasto o secondo piatto a seconda degli ingredienti che vengono utilizzati nella preparazione.

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 500 gr di farina
  • 50 gr di lievito
  • 12 gr di sale
  • 300 ml di acqua tiepida
  • abbondante olio per la frittura

Preparazione

Impastate in una pentola di creta con un cucchiaio di legno la farina, il lievito, il sale e l’ acqua tiepida. Lavorate per bene la massa fino al momento in cui, seppur ancora lenta, si staccherà dalla pentola.

Lasciatela lievitare finchè non vedrete apparire sulla superficie della massa le bolle.

A questo punto riempite una padella del diametro di con un’abbondante quantità di olio e mettetela a riscaldare sul fuoco.

Dopo, con un cucchiaino bagnato all’acqua strappate dalla massa dei piccoli pezzi di pasta, inseritevi all’interno acciughe o baccalà e metteteli a cuocere nell’olio bollente, nel quale assumeranno la forma di pallottole deformi, leggere e soffici.
Estraetele con uno stecchino dalla padella e poggiatele su della carta da cucina per far assorbire l’olio in eccesso e servitele calde.

Per la versione dessert, provate invece le pettole dolci con i nostri consigli.

Foto di ivo.spadone

Gio 03/12/2009 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Filippo Natuzzi
Filippo Natuzzi 12 novembre 2010 17:12

Ma per friggere le pettole si usa olio generico per frittura o è meglio olio extra vergine d’oliva???

Rispondi Segnala abuso
22 novembre 2010 13:52

certo ke olio di frittura -.-

Rispondi Segnala abuso
Waly
Waly 22 novembre 2010 15:27

L’olio migliore per friggere è quello di arachidi, anche se l’olio d’oliva resta il più salutare.

Rispondi Segnala abuso
Smarty 19 dicembre 2010 10:17

No , caro, l’olio migliore per friggere è quello d’oliva… E sono pugliese, fidati:-)

Segnala abuso
Luana Becugna
Luana Becugna 29 novembre 2011 22:14

tra qualche giorno le proviamo vedremo……..

Rispondi Segnala abuso
Sid 8 dicembre 2011 22:11

Complimenti al mio sito di cucina preferito!
Nella tradizione natalizia della mia famiglia si usa prepararle il giorno della Vigilia di Natale con l’uvetta in aggiunta all’impasto e un goccio di liquore “Strega”.
Con la stessa ricetta vengono preparate anche con il baccalà, le cimette lessate, l’acciuga o le mele. Ovviamente quelle salate non verranno cosparse di zucchero al termine della cottura.
Auguri!

Rispondi Segnala abuso
Giovanni 7 novembre 2012 10:49

La scelta dell’olio per la frittura dipende dal gusto personale. L’olio d’oliva rende la frittura più pesante e con un retrogusto non gradito da tutti.

Rispondi Segnala abuso
Seguici