Pignolata

Pignolata

Tempo:
1 h e 30 min
Difficoltà:
Media
Porzioni:
6 Persone
Calorie:
520 Kcal/100gr

    La pignolata siciliana, chiamata a volte anche pignolata messinese, è uno dei più golosi dolci di Carnevale, e come spesso capita per queste leccornie, è fritto. La pignolata consiste infatti in una montagnola di palline di pasta fritte ricoperta per metà con una glassa scurissima a base di cioccolato e per metà con una glassa bianchissima aromatizzata al limone. Di questo dolce esiste anche la versione calabrese, nella quale le palline non vengono ricoperte di glassa ma di miele. E per renderlo ancora più festoso potete decorarlo ulteriormente a vostro piacimento, usando canditi a pezzetti, monpariglia e codette colorate.

    Ingredienti

    Ingredienti Pignolata per sei persone

    • 250 grammi di farina 00
    • 3 tuorli
    • 3 cucchiai di liquore all'anice (per esempio la sambuca)
    • codette o monpariglia colorate e canditi a piacere
    • 50 grammi di cioccolato fondente
    • uno o due cucchiai di acqua di fiori di arancio
    • un limone
    • un pizzico di sale
    • 3 uova intere
    • una noce di burro morbido
    • olio di arachidi q.b.
    • 1 arancia bio o almeno non trattata
    • 100 grammi di zucchero a velo
    • un albume
    • 150 grammi di zucchero a velo vanigliato

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Pignolata

    pignolata messinese

    Preparate l’impasto setacciando la farina a fontana sulla spianatoia, unite poi la noce di burro, le uova intere ed i tre tuorli, e la buccia grattugiata dell’arancia.

    Impastate tutto aggiungendo anche i 3 cucchiai di liquore, goccia a goccia.

    Lasciate riposare l’impasto almeno mezz’ora, dopo averlo avvolto con la pellicola alimentare.

    Ricavate da questo impasto delle palline di circa 1,5 cm. di diametro, e friggetele poche alla volta in abbondante olio di arachidi ben caldo, fino a che non saranno dorate.

    Sgocciolatele con un mestolo forato e poi fatele asciugare su carta da cucina.

    Preparate poi la glassa al cioccolato, facendo fondere a bagnomaria lo zucchero a velo con l’acqua di fiori di arancio ed il cioccolato grattugiato, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo.

    Per la glassa al limone, montate invece a neve ferma l’albume con un pizzico di sale, unite lo zucchero a velo e subito dopo il succo del limone. Sbattete tutto con una frusta, fino a che non avrete un composto lucido e spumoso.

    Su un piatto da portata formate con le palline una piramide, e ricopritene una metà con la glassa al cioccolato e l’altra con quella al limone, poi decorate con canditi tagliati a pezzettini e la monpariglia o le codette colorate, a vostro piacere.

    Lasciate raffreddare completamente prima di servire.

    Foto di A.più un vecchio telefono

    VOTA:
    3.5/5 su 4 voti