Pollo al curry

Pollo al curry

Tempo:
1 h e 30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
430 Kcal/Porz

    Vediamo come fare un ottimo pollo al curry, seguendo una ricetta classica della cucina indiana, dove con il termine “curry” si indica una miscela di spezie, in questo caso abbiamo usato quello di Madras, ma potete utilizzare anche quello che trovate nei supermercati. Questa è una delle ricette di secondi piatti con la carne con la quale vi leccherete i baffi, lo accompagneremo con il riso basmati e diventerà un piatto unico davvero squisito e facile da preparare per ogni occasione, una cena a tema con amici o anche semplicemente un pranzo di famiglia nel week end, quando avrete il tempo di comprare tutti gli ingredienti e procedere con cura a realizzare questa ricetta che ha molte varianti, ve ne indicheremo alcune. Intanto vi suggeriamo un’altra ricetta di origine indiana con la carne e le spezie che dovete assolutamente cucinare e assaggiare, il garam masala di agnello.

    Ingredienti

    Ingredienti Pollo al curry per quattro persone

    • acqua bollente aromatizzata (o brodo vegetale)
    • 2 mele
    • 1 cucchiaio di olio di oliva extravergine
    • 250 gr di yogurt greco intero
    • 250 gr di riso basmati

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Pollo al curry

    Pulite il petto di pollo e tagliatelo a bocconcini, come per lo spezzatino.

    Corspargete il pollo con due cucchiai di curry, mescolate e fate marinare per almeno mezz’ora.

    Lavate e tagliate la cipolla a pezzetti, mettetela a imbiondire a fuoco medio in una padella tipo wok, con l’olio.

  • Nel frattempo sbucciate le mele e riducetele a tocchetti.

  • Unitele alla cipolla, con 10 gr di burro, fatelo sciogliere e mescolate per amalgamare il tutto.

    Aggiungete mezzo cucchiaino di curry e un cucchiaio di acqua bollente e fate stufare.

    Dopo 5 minuti, quando il liquido si sarà ristretto, tirate fuori l’intingolo di cipolla e mele e tenete da parte.

    Fate scaldare 30 gr di burro a fuoco basso nella stessa padella e adagiatevi i bocconcini di pollo, fate rosolare per due minuti.

    Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per cuocere il riso basmati.

    Girate il pollo per farlo rosolare uniformemente e aggiungete 10 gr di burro.

    Aggiungete l’acqua profumata alla cannella e cardamomo (o il brodo vegetale).

  • Fate stufare a fuoco basso per 5 minuti e coprite.

  • Nel frattempo cuocete il riso basmati per il tempo indicato sulla confezione, di solito 10 minuti.

    Scoprite la wok e unite l’intingolo di mele e cipolla al pollo, fate stufare coperto per altri 5 minuti, poi fate evaporare il sughetto ottenuto.

    Mentre il pollo finisce di cuocere sarà già pronto il riso, scolate aggiungendo una noce di burro (10 gr) per tenerlo più compatto.

    Quando il sughetto del pollo si sarà ristretto di due terzi aggiungete lo yogurt.

    Aggiungete il terzo cucchiaio di curry scarso (avevate messo mezzo cucchiaino nelle mele con la cipolla) e fatelo sciogliere, mescolate e fate cuocere per 2-3 minuti a fuoco molto basso.

    Infine a fuoco spento unite il succo di mezzo limone e mescolate.

    Il vostro pollo al curry è pronto, fate riposare per un minuto prima di servire.

    Servite il pollo con il riso basmati.

    Variante con latte di cocco e uvette

    Se volete sentirvi ancora più vicini alle tradizioni indiane provate a cucinare il pollo al curry sostituendo lo yogurt greco con il latte di cocco e aggiungendo anche le uvette insieme alle mele, il sapore sarà un po’ più dolce, ma senz’altro sarà una cosa originale da preparare per una cena speciale.

    Variante in umido con le verdure

    In India i piatti al curry sono indicativi di pietanze in umido, per la versione del pollo con le verdure vi servirà mezzo litro di brodo vegetale con il quale irrorerete il pollo al curry rosolato, unendo due zucchine, un peperone giallo, due pomodori maturi, due carote, che farete stufare per 5 minuti separatamente con due spicchi di aglio, come avete fatto con la cipolla e le mele. Una volta unito il tutto cuocete coperto per un quarto d’ora, per far restringere a metà il brodo, e accompagnate sempre con del riso basmati.

    Conservazione

    Il pollo al curry potete mangiarlo anche il giorno dopo averlo cucinato, dovrete conservarlo in un contenitore ermetico in ambiente fresco, se la temperatura è alta tenetelo in frigorifero.

    Foto di Manuela

    VOTA:
    4.2/5 su 3 voti