Ricette senza...

Senza lattosio, senza glutine, senza uova e senza lievito... ma senza rinunciare al gusto!

Polpette di amaranto

    photo-full
    Tempo:
    1 h
    Difficoltà:
    Facile
    Porzioni:
    4 Persone
    Calorie:
    175 Kcal/Porz
    Questa ricetta delle polpette di amaranto, senza uova, è perfetta per chi soffre di celiachia, ma buonissima anche per tutti gli altri, soprattutto per chi vuole imparare a conoscere e mangiare tutta la gran varietà di alimenti disponibili in natura! Il risultato non vi deluderà, gustoso, leggero, fragrante e un po' speziato, nel quale potete aggiungere anche dei legumi, da accompagnare con delle verdure come secondo piatto o da servire insieme ad altri antipasti.

    Ingredienti

    • 180 g di amaranto
    • mezza cipolla
    • 1 patata grande
    • Parmigiano grattugiato
    • Sale e pepe q.b.
    • Un pizzico di noce moscata
    • 1/2 cucchiaino di paprika dolce o piccante
    • Una manciata di prezzemolo
    • farina di riso o di mais e semi di sesamo per la panatura
    Ricettari correlati Scritto da

    Preparazione

    polpette di amaranto

    1. Lavate l’amaranto.
    2. Tostatelo per qualche minuto in una pentola antiaderente con mezza cipolla tritata finemente.
    3. Coprite con abbondante acqua fredda e fate cuocere per 20 minuti circa.
    4. Nel frattempo lessate una patata, fatela raffreddare e tagliatela a pezzi.
    5. Frullatela insieme a parmigiano, sale, pepe, paprika e noce moscata.
    6. Scolate l’amaranto e unitelo al composto appena preparato, aggiungete anche il prezzemolo tritato.
    7. Formate delle polpette e passatele nella farina di riso o di mais con i semi di sesamo.
    8. Infornatele nel forno preriscaldato a 180 °C per 20-30 minuti.

    Caratteristiche dell'amaranto

    L'amaranto, al contrario di quello che si può pensare, non è un cereale, ma una pianta che contiene l'11% di acqua ed è poi ricco di proteine, fibre, calcio, fosforo, magnesio e ferro. E' privo di glutine, come abbiamo già sottolineato e negli ultimi anni, con le nuove tendenze culturali e alimentari sta diventando facilmente reperibile, soprattutto se biologico. L'aspetto è simile a quello della quinoa, non è particolarmente suggestivo per chi non conosce il prodotto, e così anche il forte odore che sentirete durante la cottura, ma vi assicuriamo che il gusto è ottimo per tante preparazioni, come queste polpette o delle insalate e sformati con verdure o anche pesce o carne, soprattutto bianca, o ancora per dei dolci, come i biscotti all'amaranto di cui potete provare la nostra ricetta.

    Foto di Brian Salomon