Polpette di patate al forno

Polpette di patate al forno

Tempo:
1 h e 15 min
Difficoltà:
Facile
Calorie:
260 Kcal/100gr

    Avete già provato la ricetta delle polpette di patate al forno? Questa versione è semplice e piuttosto veloce, non richiede chissà quali accorgimenti, ma permette di portare in tavola un secondo piatto gustoso, senza troppe calorie, e perfetto per i vegetariani e per gli amanti degli ortaggi in genere. Le polpette, cotte al forno, risultano più leggere rispetto a quelle fritte, ma non meno appetitose: abbiate l’accortezza di impanarle e di irrorarle con poco olio prima della cottura e di tenerle dentro fino alla comparsa di una crosticina croccante e dorata. Possono essere servite insieme ad un’insalata mista e ad una fetta di buon pane integrale o ai cereali. Possono anche essere personalizzate a piacere con l’aggiunta di diversi ingredienti come pezzetti di formaggio fresco. Tra le ricette delle polpette questa si presta ad una cenetta in famiglia.

    Ingredienti

    Ingredienti Polpette di patate al forno

    • 1 kg di patate
    • 3 cucchiai di pangrattato
    • 1/2 cipolla
    • 1 mozzarella
    • olio di oliva qb
    • 2 cucchiai di grana grattugiato
    • 2 uova
    • prezzemolo fresco qb
    • pangrattato qb
    • sale e pepe

    Ricetta e preparazione

    Come fare le Polpette di patate al forno

    Iniziate con la pulizia delle patate: spazzolatele con cura per eliminare i residui di terra, quindi lavatele con dell’acqua fredda.

    Versate in una pentola capiente dell’acqua ed unite le patate.

    Accendete la fiamma e calcolate circa 25-30 minuti di cottura dal momento dell’inizio del bollore.

    Scolatele una volta cotte e fatele raffreddare da parte, quindi pelatele con cura.

    Passatele con uno schiacciapatate e raccogliete il composto in una ciotola capiente.

    Unite alle patate dentro la ciotola l’uovo, il grana, il prezzemolo, il sale ed il pepe.

    Nel caso in cui l’impasto risulti troppo appiccicoso unite del pangrattato.

    Aggiungete la mozzarella tagliata a cubetti precedentemente fatta riposare in un colino.

    Create delle palline della grandezza di una noce e passatele a piacere nel pangrattato, facendolo aderire bene.

    Predisponete una teglia da forno sul piano di lavoro ed ungetene il fondo con dell’olio.

    Unite le polpette, ben distanziate tra di loro, quindi irroratele ancora con poco olio.

    Trasferite la teglia in forno già caldo e fate cuocere le polpette a 180 °C per circa 25 minuti, avendo l’accortezza di girarle almeno una volta.

    Una volta cotte tiratele fuori dal forno e disponetele su un piatto da portata.

    Servitele ben calde.

    Varianti

    Super apprezzate dai bambini sono le polpette di patate e prosciutto: per ottenerle unite 100 gr dell’insaccato tagliato a cubetti o sminuzzato ed incorporatelo perfettamente, quindi procedete come riportato sopra. Nulla vieta, ovviamente, di optare per dello speck o per della mortadella: quest’ultima si sposa alla grande con il delicato sapore degli ortaggi in questione.

    Per preparare, invece, le polpette di patate al forno senza uova, eliminatele sostituendole con 100 gr di ricotta fresca o con 100 gr di mollica di pane raffermo fatta ammorbire nel latte. Il risultato sarà altrettanto apprezzabile ed allo stesso tempo a prova degli intolleranti.

    Le polpette di patate fritte, superfluo dirlo, hanno dalla loro la sfiziosità che la frittura sa regalare ad ogni pietanza. Fatele cuocere in un tegame con dell’olio di semi ben caldo avendo l’accortezza di girarle almeno una volta per consentire la creazione di una doratura impeccabile.

    Una variante della ricetta è rappresentata dalle polpette di patate e tonno al forno. Aggiungetene il contenuto di una scatoletta da 80 gr fatto ben sgocciolare e sminuzzato a dovere, quindi procedete con la creazione delle palline e con la loro cottura.

    Come si conservano

    Le polpette di patate cotte al forno andrebbero consumate subito, da appena cotte o al massimo da tiepide. Tuttavia, nel caso in cui avanzino, potrete trasferirle in frigo, coperte da pellicola trasparente, all’interno del quale si mantengono fresche per 2-3 giorni. Prima di consumarle riportatele a temperatura ambiente o fatele appena scaldare.

    Foto | Valeria Luongo

    VOTA:
    4.3/5 su 2 voti