Polpo alla catalana

Polpo alla catalana

Tempo:
1 h e 15 min
Difficoltà:
Facile
Calorie:
320 Kcal/100gr

    La ricetta del polpo alla catalana, contrariamente a quanto si possa pensare, ha origini sarde. Costituisce, infatti, uno dei piatti tipici dell’isola e viene spesso servito sottoforma di insalata. Si gusta sia tiepido che freddo, a seconda delle preferenze e della stagione, ma rimane, tuttavia, una pietanza perfetta per l’estate. Trattasi di un antipasto di pesce ricco e gustoso nel quale il polpo viene accompagnato da un mix di verdure fresche e crude, da poter completare semplicemente con qualche fetta di pane casereccio. Se siete in cerca di ricette di pesce sfiziose, non potete non provare questa.

    Ingredienti

    Ingredienti Polpo alla catalana

    • 1 polpo da 1 kg
    • 1 carota grande
    • 2 gambi di sedano
    • prezzemolo fresco qb
    • sale e pepe
    • aceto di mele
    • 1 cipolla rossa
    • 1 manciata di olive nere
    • 200 gr di pomodorini ciliegino
    • olio extravergine di oliva qb
    • 1 foglia di alloro

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Polpo alla catalana

    Iniziate la preparazione con la pulizia del polpo: lavatelo bene e per qualche istante sotto il getto dell’acqua corrente.

    Effettuata tale operazione incidete la sacca e svuotatela.

    Eliminate il becco coriaceo e gli occhi e gettateli via. Tenete da parte il polpo.

    Versate in una pentola capiente abbondante acqua fredda, unite la foglia di alloro.

    Ponetela sul fornello ed accendete la fiamma: portate a bollore.

    Salate l’acqua ed unite il polpo. Ponete il coperchio ed attendete che l’acqua riprenda bollore, quindi abbassate la fiamma e continuate la cottura per circa 40 minuti.

    Nel frattempo preparate le verdure: lavate i pomodorini e trasferiteli su un tagliere. Ricavatene dei pezzetti con l’aiuto di un coltello affilato.

    Lavate bene i gambi di sedano, eliminate con un pelapatate i filamenti più duri e tagliateli a pezzetti.

    Lavate le carote, eliminate le estremità, raschiatene la superficie con un coltello e tagliatele a rondelle.

    Pulite la cipolla rossa di Tropea, sbucciatela e tagliatela ad anelli sottili: mettetela a bagno in una soluzione di acqua ed aceto di mele.

    Consigli:

    Le verdure possono anche essere sbollentate in acqua bollente salata per 8-10 minuti

    Una volta cotto il polpo, spegnete la fiamma e fatelo riposare al suo interno per circa 15 minuti, quindi scolatelo e trasferitelo su un tagliere.

    Tagliatelo a pezzi non troppo piccoli con un coltello bene affilato.

    Suggerimenti:

    Non gettate via l'acqua di cottura: potrete congelarla ed utilizzarla successivamente nella realizzazione di primi piatti a base di pesce

    Scolate la cipolla e trasferitela in una ciotola capiente.

    Unite il polpo, il prezzemolo fresco tritato, le olive e le verdure preparate precedentemente.

    Condite con olio, sale e pepe e mescolate bene.

    Servite tiepido o freddo, dopo un adeguato riposo all’interno del frigo.

    Varianti

    Il polpo alla catalana con patate rappresenta una versione se possibile ancora più allettante. Per portarla in tavola fate lessare 3 o 4 patate in acqua bollente, quindi scolatele, pelatele e tagliatele a cubetti non troppo piccoli. Uniteli al polpo insieme alle altre verdure. Ecco pronto un piatto unico.

    Tra le possibili aggiunte ci sono i peperoni, apprezzati durante la bella stagione, che potrete unire a crudo dopo averli tagliati a listarelle. Prediligete quelli rossi e gialli, più dolci e gradevoli al palato.

    Quale vino abbinare

    Potrete abbinare al piatto un vino bianco mediamente corposo come un Oltrepò Pavese. Dal sapore fresco e gradevole al palato, è caretterizzato da un colore giallo paglierino e da un profumo caratteristico.

    Photo by massjx / CC BY

    VOTA:
    4/5 su 1 voto