Polpo alla galiziana

Polpo alla galiziana

Tempo:
1 h e 15 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
6 Persone
Calorie:
250 Kcal/100gr

    Il polpo alla galiziana, o alla gallega, rappresenta una ricetta di origine spagnola particolarmente diffusa. Trattasi di un piatto semplice a base di pesce le cui caratteristiche principali sono l’estrema morbidezza del pesce, che risulta tenerissimo e scioglievole al palato, e la presenza della paprika o del pimentòn, spezia parecchio utilizzata nell’ambito della cucina locale. Il polpo alla gallega (polbo á feira in galiziano) viene tradizionalmente servito su un piatto di legno e condito con olio extra vergine di oliva a crudo, sale e prezzemolo fresco. Tra le ricette della cucina spagnola questo piatto è un must: provatelo!

    Ingredienti

    Ingredienti Polpo alla galiziana per sei persone

    • 1 polpo da 1 kg circa
    • paprika qb
    • prezzemolo fresco
    • 1 foglia di alloro
    • sale e pepe
    • olio extra vergine di oliva

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Polpo alla galiziana

    Il segreto per ottenere un polpo tenerissimo sta nel congelarlo preventivamente un paio di giorni prima della realizzazione della ricetta o nel batterlo con forza, e ripetutamente, su un piano di lavoro duro e resistente per favorire il rilassamento dei nervi.

    Effettuata tale operazione pulite bene il polpo sotto il getto dell’acqua corrente, quindi tamponatelo con della carta assorbente da cucina e tenetelo da parte.

    Versate all’interno di una pentola capiente dell’acqua a temperatura ambiente ed unite una foglia di alloro.

    Accendete la fiamma su uno dei fornelli medi del piano di cottura e portate ad ebollizione.

    A questo punto, tenendo il polpo per un’estremità, immergetelo nell’acqua bollente tirandolo subito fuori per tre volte. Così facendo preserverete il buon esito della preparazione: i tentacoli si arricceranno e la pelle non si staccherà.

    Adesso tuffatelo completamente e definitivamente e fatelo cuocere per almeno 45-50 minuti su fiamma bassa.

    Trascorso questo tempo spegnete la fiamma e lasciate riposare il polpo nella sua acqua di cottura per almeno 15 minuti.

    Suggerimenti:

    Non buttate via l'acqua di cottura del polpo: potrete congelarla per utilizzi futuri o usarla per la preparazione di un risotto alla marinara

    Scolatelo trasferendolo su un tagliere ampio.

    Tagliatelo a pezzetti di 3-4 cm ciascuno con l’aiuto di un coltello bene affilato e trasferitelo su un piatto da portata.

    Conditelo con olio extra vergine di oliva, sale e tanta paprika dolce o piccante, a seconda dei gusti, o di pimentòn, se in vostro possesso, quindi portatelo in tavola tiepido.

    Come servirlo

    Il polpo alla galiziana viene servito caldo, o appena tiepido, disposto su un piatto di legno preferibilmente di forma tonda. In alternativa andrà bene anche un semplice tagliere. Viene corredato da stuzzicadenti per evitare l’utilizzo delle posate. Può essere accompagnato con delle patate lesse e con del pane rustico tagliato a fette.

    Cos’è il pimentòn

    Il pimentòn è una spezia parecchio utilizzata nell’ambito della cucina galiziana. Altro non è che paprika affumicata, ottenuta grazie ad una lunga e lenta essiccazione su fumo di legno di rovere.

    Oltre che nel polpo alla galiziana, viene utilizzata in numerose pietanze della tradizione oltre che per insaporire il chorizo, l’equivalente, più o meno, dei nostri salami. Non dimentichiamo come, così come lo zafferano e la curcuma, sia capace di conferire colore ai piatti.

    Varianti

    Il pollo alla galiziana con patate rappresenta una variante appagante. Mettete a lessare 3-4 patate a partire da acqua fredda all’interno di un tegame capiente. Una volta tenere, dopo circa 25 minuti, scolatele e pelatele, quindi tagliatele a fette, conditele con abbondante pimentòn e servitele come letto del polpo.

    Photoby Jorge Pazos / CC BY

    VOTA:
    3.8/5 su 2 voti

    Speciale Natale