Polpo alla luciana

Polpo alla luciana

Tempo:
2 h
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
350 Kcal/Porz

    La ricetta originale del polpo alla luciana proviene dalla tradizione partenopea. Appartenente alla cucina povera, altro non è che un secondo piatto a base di pesce e pochi altri ingredienti. Deve il suo nome ai pescatori di Santa Lucia, borgo di marinai nel quale ha preso via via piede fino a conquistarsi un posto d’onore nella gastronomia nazionale. Data l’estrema semplicità della pietanza, le materie prime utilizzate devono essere di qualità: in questa attenzione si nasconde il segreto del successo del piatto. Tra le ricette con il pesce questa è alla portata di tutti, anche dei meno abili ai fornelli, ma permette di portare in tavola un pranzetto delizioso.

    Ingredienti

    Ingredienti Polpo alla luciana per quattro persone

    • 800 gr di polpo
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 peperoncino
    • sale e pepe
    • 400 gr di polpa di pomodoro
    • olio extra vergine qb
    • prezzemolo fresco tritato

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Polpo alla luciana

    Iniziate la preparazione con la pulizia dei polpi: lavateli accuratamente ed a lungo sotto il getto dell’acqua corrente.

    Una volta effettuata tale operazione procedete con l’incisione della sacca, che andrà svuotata.

    Adesso eliminate anche il becco e gli occhi e gettateli via. Tenete da parte i polpi puliti.

    Ponete sul fornello un tegame con dell’olio di oliva. Accendete la fiamma e fatelo scaldare bene.

    Unite lo spicchio di aglio sbucciato, il peperoncino (se piace) ed il prezzemolo fresco lavato, asciugato e tritato con un coltello o spezzettato con le mani.

    Una volta dorato l’aglio unite la polpa di pomodoro e fatela insaporire per un paio di minuti.

    Adagiate dentro il tegame i polpi ed abbassate la fiamma.

    Ponete il coperchio e fate cuocere per circa un’ora e mezza avendo l’accortezza, di tanto in tanto, di mescolare il pesce.

    Dopo circa un’ora di cottura salate e pepate.

    Una volta cotto il polpo spegnete la fiamma e fatelo riposare per una ventina di minuti.

    Servitelo caldo in un piatto da portata accompagnandolo con delle fette di pane casereccio tostato o meno.

    Varianti

    La ricetta che trovate sopra rappresenta una versione base. Ogni famiglia ha la propria, che tramanda gelosamente di generazione in generazione. Nato come piatto povero, il polpo alla lucina ha subito, nel corso degli anni, diverse modifiche, come l’aggiunta delle olive di Gaeta e dei capperi.

    Per accorciare i tempi di cottura, piuttosto lunghi ma indispensabili per l’ottima riuscita del piatto, si può ricorrere alla ricetta del polpo alla luciana in pentola a pressione. In tal caso saranno sufficienti 15 minuti dal momento dell’emissione del fischio.

    Un’alternativa appagante è costituita dal polpo alla luciana con patate. Per prepararlo non dovrete fare altro che unirne quattro, sbucciate e tagliate a cubetti piccoli, nella pentola dopo i primi 30 minuti di cotturaed aggiungendo, se necessario, poca acqua.

    Una celebre versione del piatto è quella dello chef Antonino Cannavacciuolo. La ricetta del suo polpo alla luciana ha una marcia in più: viene servito con il suo sugo di cottura ed accompagnato da quenelle di patate lesse schiacciate.

    Come si serve

    Il polpo alla luciana può essere utilizzato come condimento per la pasta, per gli spaghetti nello specifico, dando vita ad un primo piatto appagante e completo.

    In alternativa può essere servito con sotto una frisella o del pane casereccio fatto appena abbrustolire, dopo un breve riposo.

    Nulla vieta, ovviamente, di proporlo come secondo piatto abbinandolo ad un contorno di verdure.

    Photo by Sabrina Fattorini / CC BY

    VOTA:
    4.5/5 su 1 voto