Pomodori secchi sott’olio

    photo-full
    Tempo:
    1 mese
    Difficoltà:
    Facile
    Porzioni:
    10 Persone
    Calorie:
    213 Kcal/Porz
    I pomodori secchi sott'olio sono un perfetto esempio di come conservare le verdure di stagione, tradizione tipica dell'Italia meridionale. La forte diffusione di questo metodo di conserva nasce nelle regioni del sud, sia per l'abbondante varietà dei pomodori presenti, sia per la disponibilità del sole, necessario per l'essiccazione. I pomodori più adatti a questa ricetta sono i San Marzano: allungati, saporiti e con la buccia sottile. Ideali da gustare con le fette di pane tostato, questa qualità di pomodori è utilizzato anche per fare la salsa o i pelati in casa.

    Preparazione

    Pomodori secchi

    1. In una pentola molto capiente mettete a bollire l'acqua, l'aceto e il vino.
    2. Non appena i liquidi si riscaldano, gettate gli spicchi di aglio, il peperoncino e il sale.
    3. Aiutandovi con un cucchiaio di legno mescolate tutto in modo da far sciogliere bene il sale.
    4. Lavate i pomodori, tagliateli per lungo e gettateli nell'acqua per qualche minuto.
    5. Successivamente scolateli e metteteli ad asciugare su un canovaccio.
    6. Prima di riporli nel vasetto per la conserva, assicuratevi che siano ben asciutti.
    7. Prendete il vasetto, dopo averlo sterilizzato, e cominciate a inserire i pomodori aggiungendo l'olio extravergine d'oliva e quello di girasole in parti uguali, assicurandovi di ricoprire bene i pomodori.
    8. Lasciate riposare per 24 ore.
    9. Il giorno dopo verificate che l'olio inserito non sia stato assorbito dai pomodori, in caso aggiungetene dell'altro seguendo sempre le proporzioni tra olio d'oliva e di girasole.
    10. Lasciate riposare la conserva per un mese prima di consumarla.
    11. Ricordatevi di ricoprire sempre i pomodori d'olio ogni volta che li consumate.

    Pomodori sott'olio alla calabrese

    1. Per i pomodori sott'olio alla calabrese, il procedimento è molto semplice, è richiesto solo un unico accorgimento: far essiccare i pomodori al sole.
    2. La tradizione vuole che i pomodori, precedentemente lavati, tagliati per lungo e disposti su una graticola, siano lasciati al sole per 5-8 giorni.
    3. Consiglio :

      Se lo spazio a vostra disposizione non è eccessivo, è possibile utilizzare il forno per ottenere quasi lo stesso risultato.

    4. La cottura naturale al sole, oltre a far perdere l'acqua presente nei pomodori, aiuta a mantenere più vivo il loro sapore.
    5. Dopo aver provveduto a preparare i pomodori procedete mettendoli nei vasetti, ricoprendoli sempre con l'olio.
    6. Consiglio:

      Altro passaggio fondamentale per realizzare le conserve è quello di sterilizzare bene i vasetti per evitare batteri pericolosi come il botulino.

    7. Lavate accuratamente i contenitori, a mano o in lavastoviglie, e lasciateli asciugare bene.
    8. Coprite il fondo di una pentola alta con uno straccio pulito, sistemate i vasetti e i rispettivi tappi facendo in modo che i vari contenitori siano separati dal canovaccio.
    9. Riempite la pentola d'acqua fredda e portate tutto ad ebollizione; una volta raggiunta la temperatura massima spegnete il fuoco e lasciate riposare per 30 minuti.
    10. Quando l'acqua sarà fredda, togliete i vasetti e metteteli ad asciugare a testa sotto su uno straccio pulito.
    11. Una volta certi che i vasetti sono ben sterilizzati, potete iniziare a preparare i vostri pomodori sott'olio alla calabrese!

    Varianti

    Da provare anche le melanzane sott'olio, una ricetta tipica della cucina italiana e la conserva di peperoncini piccanti, ottima per chi ama i gusti decisi!

    Foto di Il Caia

    TOP VIDEO
    RICETTE PIU' POPOLARI
    DALLA CUCINA