Ricetta salumi fatti in casa

Ricetta salumi fatti in casa

salumi

Perchè non proviamo a fare da soli i salumi ? E’ necessario avere l’insaccatore che di solito è un accessorio dei tritacarne elettrici o delle impastatrice. Inoltre, bisogna avere un luogo dove farli seccare che deve essere asciutto ed aereato. Otterrete dei salumi ottimi e, principalmente, senza conservanti nocivi alla nostra salute; comunque vi suggeriamo di farvi aiutare d aun esperto in questo tipo di preparazioni per evitare ogni tipo di problemi, come ad esempio il rischio botulino. Fare i salumi in casa è possibile, ma con le dovute attenzioni.

Ingredienti per i salumi casalinghi:

  • 1kg di carne di maiale mista (capocollo, pancetta ecc)
  • 30gr di sale
  • pepe a granelli
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • budella di maiale
  • Preparazione:lavate il budello molto bene e lasciatelo in ammollo in un poco d’acqua, vino bianco e uno spicchio d’aglio, tritate la carne un pò grossa ed aggiungete il sale e il pepe. Mescolate bene, insaccate e legate le salsicce secondo la misura che gradite. Punzecchiate leggermente ogni fagottino. Conservate in un luogo fresco, asciutto ed areato. Saranno pronte dopo 40/60 giorni.

    Un consiglio: la carne deve avere abbastanza grasso altrimenti vengono duri.

    242

    Segui ButtaLaPasta

    Mar 19/02/2008 da Lucia

    Commenta

    Ricorda i miei dati

    I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

    Pubblica commento
    Sara 16 novembre 2010 12:05

    anche io o fatto il salame in casa pero dopo 15 giorni ne o aperto uno e o notato che in centro era un po giallo io penso che cera un po di vuoto però non capisco come mai dato che io lo punti con l’attrezzo per i salami mi puoi dire come mai ma io ci riprovo di nuovo x favore fammi sapere

    Rispondi Segnala abuso
    Lucia
    Lucia 16 novembre 2010 12:16

    Anche a me una volta è successo e ho poi scoperto che il posto dove le conservavo era un pò umido. Ho cambiato il luogo ed ho aggiunto un pò di sale in più evitando l’aglio e sono venute perfette.Se diventano troppo dure le poi fa ammorbidire immergendole in olio d’oliva o nello strutto.

    Segnala abuso
    Sara 16 novembre 2010 12:07

    anche io o fatto il salame in casa pero dopo 15 giorni ne o aperto uno e o notato che in centro era un po giallo io penso che cera un po di vuoto però non capisco come mai dato che io lo punti con l’attrezzo per i salami mi puoi dire come mai ma io ci riprovo di nuovo x favore fammi sapere ciao se ai qualche ricetta scrivi ok

    Rispondi Segnala abuso
    Max 18 dicembre 2010 03:34

    Chiunque pubblichi una ricetta come questa omettendo lo starter di batteri lattici e la miscela nitrati/nitriti non capisce di che cosa stia parlando e meriterebbe di finire in prigione. Gli insaccati da stagionatura senza i succitati ingredienti sono pericolosissimi. Nella migliore delle ipotesi La carne entra in putrefazione. Se non lo fa, si rischia (anzi, e’ quasi sicura) un’ intossicazione da E.coli enterotixigenico o Leisteria. Nella peggiore si rischia il botulismo.

    Rispondi Segnala abuso
    Paolo 12 gennaio 2011 09:45

    Penso che la ricetta dei salumi fatti in casa pecchi di superficialità. Infatti non sottolinea la possibilità di contrarre il botulino; inoltre non si parla di starter di batteri lattici né di miscela nitrati/nitriti. E che dire del suggerimento di farsi aiutare da un esperto? Ciò dimostra che farsi i salumi in casa senza conoscere quello di cui si parla é una beffa.

    Rispondi Segnala abuso
    Claudio 13 marzo 2012 17:00

    Carissimo l’esperto di salumi DETTO “MAX” le assicuro che da oltre 100 anni nella mia famiglia si producono insaccati di maiale, nella fattispecie salsicce e soppressate, oltre che capocolli e pancette,
    di qualità a dir poco da campionato e sfido i migliori palati….
    Detto ciò consiglio a tutti coloro che si vogliono cimentare in questa arte casareccia, per quanto più gli è possibile di documentarsi sulle varie fasi di lavorazione e di cercando di rendere innoqui i (da me mai conosciuti “temuti batteri coliformi presenti per natura nelle feci di tutti gli esseri viventi”) tali infestazioni batteriche vanno combattute attraverso una corretta pulizia delle budella attraverso un elementare trattamento delle stesse budella a mezzo di ‘immersione in acqua addizionata di semplioce spremuta di limone. Non mi sembra il caso di sottolineare che ogni manipolazione di alimenti dev’essere affiancata da una corretta igiene dei locali nonchè degli attrezzi eutilizzati e delle mani dei manipolatori.
    Aggiungo che per le salsicce bastano g 26/27 di sale su kg, e che per i capocolli o coppe bastano g 40 di sale per kg il resto degli aromi o spezie può essere aggiunto a piacere. NB per quanto letto sopra nel caso che dopo 15 gg all’interno i salumi erano giallastri, trattasi di irrancidimento del grasso dovuto al 90 % dei casi per l’eccessiva prematura asciugatura del budello dovuta ad eccesso di aria presente nel posto dove si asciugano i salumi. Quindi evitare di far circolare aria nel posto di asciugatura. i locali in oggetto debbono avere un solo punto aria e poca luce. Saluti dalla CALABRIA e piano con i veleni (NITRATI) ecc. ecc.

    Segnala abuso
    Seguici