Scorpelle di Carnevale

    photo-full
    Le"scorpelle" sono molto simili alle zeppole di San Giuseppe (almeno nella forma). Qualcuno afferma che la sua origine sia della Campania, altri, invece, asseriscono che sono tipiche del Carnevale molisano. Sinceramente, anche se sono campana, non so chi le abbia per primo create e non so nemmeno la etimologia della parola "scorpella" anche se mi fa immaginare una sorta di sacchetto. Se qualcuno di voi lo sa ...non vorrei creare l'ennesima disputa culinaria ..del resto la Campania e il Molise confinano!

    Preparazione

    sistemate la farina a fontana su di una spianatoia e aggiungete metà dello zucchero, le uova, il liquore, un pizzico di sale e la scorsa del limone grattugiata. Amalgamate bene il tutto e stendete la pasta ottenuta in una sfoglia sottile aiutandovi con un mattarello.

    Tagliatela con una rotella ondulata a nastri larghi circa 2/3 centimetri e lunghi circa 20/25 centimetri. Arrotolate le striscioline formando una "rosa".
    Friggete le scorpelle in abbondante olio caldo e, quando saranno dorate, scolatele ed asciugatele sulla carta assorbente. Sciogliete lo zucchero rimasto e il miele in un pentolino e tuffate le scorpelle fritte. Disponetele su di un piatto da portata. Quando saranno fredde aggiungete al centro un cucchiaino di amarene o marmellata di ciliegie.

    Vino consigliato: liquore limoncello servito ghiacciato

    TOP VIDEO
    RICETTE PIU' POPOLARI
    DALLA CUCINA