Semifreddo agli amaretti

ricetta semifreddo con amaretti

Ecco la ricetta del semifreddo agli amaretti, un gustoso dessert non troppo gelido, perfetto da assaporare in questo periodo in cui inizia a farsi largo la stagione estiva, con il primo caldo che ci porta a desiderare un dolce fresco, ma non ghiacciato, come un gelato o un sorbetto. Il semifreddo agli amaretti è un dolce facile da fare, ma molto goloso, che potete servire anche in occasione di festività o pranzi importanti, con tutto il suo ricco e particolare aroma dato dagli amaretti.

Ingredienti

Ingredienti per il semifreddo agli amaretti (dosi per 4 persone)

  • 200 gr di amaretti più altri a piacere per decorare
  • 5 cl di caffè ristretto (circa una tazzina)
  • 4 cl di cognac (circa un bicchierino da liquore)
  • 5 uova
  • 4 cucchiai da minestra di zucchero
  • 300 gr di panna fresca liquida più altra a piacere per decorare
  • scaglie di cioccolato fondente q.b.

Preparazione

  1. Sbriciolate gli amaretti in una ciotola, unite il caffè, il cognac e mescolate il tutto con cura.

  2. Rompete le uova e separate i tuorli dagli albumi, montate a neve ben soda questi ultimi. Montate anche la panna liquida neve ben soda.

  3. Montate a parte i tuorli con lo zucchero ed unite il composto agli amaretti; quindi aggiungete gli albumi montati mescolando dall’alto in basso, e poi anche la panna montata, sempre mescolando con delicatezza dall’alto in basso per non smontarla.

  4. Versate il composto in uno stampo, battete per eliminare eventuali vuoti e livellatelo con un coltello bagnato; conservate nel freezer per 3 ore circa.

  5. Sformate il semifreddo, e guarnite a piacere con delle scaglie di cioccolato, della panna montata e degli amaretti. Servite subito.

Quali amaretti usare per il semifreddo
Potete trovare in commercio amaretti di tanti tipi, in pratica ogni regione se non ogni paese ha la sua ricetta per gli amaretti, e non dimentichiamo che i dolcetti a base di mandorle sono popolari anche all’estero. Però per questa ricetta dovete usare solo gli amaretti secchi, sia quelli grandi che quelli molto piccoli, e vanno benissimo anche quelli di produzione industriale che trovate nei supermercati.

Come sformare il semifreddo
Per staccare facilmente il semifreddo dallo stampo potete immergere lo stampo medesimo in una bacinella piena di acqua calda, oppure passarci sopra il phon. Alternativamente potete ricoprire l’interno dello stampo con la pellicola alimentare, in questo modo sformare il semifreddo sarà facilissimo, però la superficie potrebbe riportare le tracce delle piegoline della pellicola, ma se poi decorerete il dolce non ci saranno problemi.

Foto della lettrice Paola

Lun 02/04/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Evelyn Felice 3 aprile 2012 06:28

Il semifreddo agli amaretti sembra un dolce moltro gustoso e facile da preparare, pero`, qui in USA e` sconsigliato di mangiare uova crude per via del rischio di Salmonella. Pensate che il fatto che questo dessert deve stare 3 o 4 ore in congelatore eliminera` qualunque pericolo di questa bacteria?

Rispondi Segnala abuso
Seguici