Tagliatelle ai ricci di mare

    photo-full
    I ricci di mare, come tanti crostacei e frutti di mare, contengono particolari proprietà che possono fare aumentare il desiderio sessuale. Un viagra naturale che, con l'aggiunta del peperoncino forte, può far "sperare" in una fiamma di passione... Ma per questa loro fama i ricci di mare rischiano l'estinzione. Una precisa norma italiana stabilisce una precisa quantità permessa per la loro pesca e chi supera questi limiti rischia pesanti sanzioni. Purtroppo questa norma non viene rispettata e i ricci di mare stanno scomparendo dalle nostre coste. La regione più colpita dalla pesca indiscriminata è la Puglia così come testimoniato dalla Guardia di Finanza di mare di altre regioni come la Campania dove spesso vengono "pizzicati" i pescatori di frodo. Una curiosità: dei ricci di mare si mangiano le uova quindi, bisogna comprare le femmine che si distinguono dai maschi dal colore: nero intenso per i maschi, violetto e bruno-dorato per le femmine.

    Preparazione

    : in una ampia pentola fate imbiondire l'aglio nell'olio, aggiungete il pomodoro e il peperoncino piccante. Con delicatezza, aiutandovi con un coltellino aprite i ricci di mare a metà nel senso orizzontale, prelevate le uova avendo cura di eliminare eventuali pezzetti di aculei.

    Aggiungete le uova al sugo e fate insaporire aggiustando di sale. Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente e salata, scolatela al dente e aggiungetela al sughetto. Fate insaporire. Aggiungete il prezzemolo sminuzzato e servite in tavola ben caldo.

    Vino consigliato: bianco tipo Pinot grigio servito fresco

    Tra i golosi di frutti di mare c'è il grande artista Pablo Picasso

    Pasqua 2017

     
     
     
     
     
    RICETTE PIU' POPOLARI
    DALLA CUCINA