I turdilli è o meglio sono un goloso dolce natalizio tradizionale calabrese, ricco e diciamolo pure un po’ calorico, infatti si tratta di una specie di gnocchi dolci fritti e poi cosparsi con il miele, e decorati con confettini colorati. Ma per le feste di Natale, vale veramente la pena di prepararli, anche per gustare un dolce natalizio tradizionale, magari semplice o povero se volete, ma sicuramente migliore di tanti prodotti ricchi di grassi e zuccheri dalle molto dubbie origini, mentre qui trovate olio vegetale e miele.  

Ingredienti

  • 1/2 kg. di farina
  • 280 g. di vino dolce (tipo moscato)
  • 1 uovo
  • 50 g. di zucchero semolato
  • 40 g. di olio d’oliva extra vergine dal gusto molto delicato
  • 2 cucchiai di cannella in polvere
  • olio per friggere (monoseme, di arachide o di girasole) q.b.
  • 250 g. di miele di tipo fluido e dal gusto non troppo accentuato
  • nonpariglia o confettini di zucchero q.b.
Ricettari correlati Scritto da GIeGI

Preparazione

Passate al setaccio la farina e versa tela in una ciotola, ed unitevi lo zucchero.

Aggiungete l’uovo, il vino dolce, l’olio d’oliva, la cannella e lavorate l’impasto, unendo poca acqua se serve; alla fine dovrete ottenere un impasto morbido e non appiccicoso.

A questo punto procedete come per gli gnocchi di patate. Prendete un pezzo di pasta, lavora telo per ottenere un lungo filoncino appena un po’ più largo di un dito. Tagliatelo a pezzetti, e poi strascina teli sulla tavoletta rigata o sui rebbi di una forchetta.

Friggete i turdilli in abbondante olio ben caldo. Scolateli e poi metteteli a perdere l’eccesso di unto su carta da cucina.

Quando li avrete preparati tutti, scaldate il miele in una capace padella, e poi mescolateli delicatamente per qualche minuto. Togliete dal fuoco ed arrangiateli su un piatto da portata, decorando con la monpariglia o i confettini colorati.

Gustateli subito, ma sono ancora meglio il giorno dopo.